Questo articolo è la parte 10 di 15 nella serie "Fanta Archeologia"
107
SHARES

Nei prossimi giorni dedicherò tre recensioni ad altrettanti libri di Mauro Biglino:

Mi piacerebbe quindi parlare di questo argomento, super spinoso, prima già in questo articolo di presentazione di Mauro Biglino, evitando cosi di dover fare delle precisazioni in ogni recensione.

mauro biglinoMauro Biglino è un nome molto controverso: traduttore per le edizioni San Paolo si trasforma in una sorta di  Zecharia Sitchin Italiano. Se quest’ultimo, dallo studio il cuneiforme ha dedotto che la mitologia Sumera ( e l’antico testamento della Bibbia, che da queste leggende ha preso a piene mani) sono un po’ di più di storie da prendere metaforicamente, l’italiano rincara la dose, traducendo esattamente ( o cosi almeno dice, non posso confutare) dall’ebraico antico… Mauro ha il suo bel curriculum e con questo lavoro ha sbragato.

Quando trovo un lavoro cosi particolare mi piace vedere quali sistemi di credenza sono stati sfidati.

Dopo la prima lettura, davvero piacevole, Ho ovviamente cercato su internet le voci contrarie al lavoro di Mauro e ovviamente ne ho trovate davvero tante.

  • Nello specifico: un milione di siti che derivano e sono scandalizzati (inutile immondizia che mi ha solo fatto perdere tempo)
  • un forum di studiosi del vecchio testamento (molto attivo) che meritava una lettura (link http://consulenzaebraica.forumfree.it ) – utile anche per approffondire le letture dei De Angelis.
  • Un sito messo su apposta per contrastare Mauro (http://ame-confutatio.blogspot.it)

Mi sono permesso di segnare un po di commenti interessanti – segnado i punti con cui attaccano Biglino con ragione e dove invece secondo me non hanno il giusto appiglio. Dei due siti “importanti ” l’unico che davvero disfa ALCUNE delle affermazioni di Mauro è il blog Ame-Confutatio… Il forum oltre a dire che Biglino ha una pessima pronuncia e discutere della faccenda se Elohim sia plurale/singolare non fa (anzi spesso sembra quasi dare ragione a Mauro)

Prima critica: Mauro usa l’ebraico Masoretico.

Cit: “Il problema non è prendere o no come storici i racconti. Il problema è conoscere l’Ebraico e il prof conosce un ebraico masoretico, quindi punteggiato, con l’interpretazione che i Masoreti hanno dato. Egli non ha accesso ai talmud né ad altro della letteratura ebraica. La parola ebraica poiché non vocalizzata, è suscettibile di molteplici interpretazioni e la massorà dà solo una delle possibiltà.

La decisione di usare il codice dei masoreti è una scelta precisa di Mauro Baglino. Non so se sia dettata perchè il suo ebraico è scolastico (a detta degli esperti) o per quale altra ragione ma rimane il fatto che, anche prendendo questo testo, che è il documento ufficiale da cui viene tradotto il vecchio testamento e traducendolo si legge qualcosa di molto diverso da quello che si vede da altre parti. in Pratica Mauro dice: Ok questo è il VOSTRO testo ufficiale, lasciatemelo tradurre letteralmente.

In più punti dei tre libri propone spunti diversi ma fa notare  sempre quando si esce dai testi masoretici. Personalmente considero quindi questa critica infondata ( o comunque malposta)

Seconda critica. Livelli di interpretazione

Cit: L’interpretazione si svolge attraverso vari livelli definiti dall’acronimo PARDES
che indica

  • livello letterale P‘shat
  • livello allegorico remes
  • livello omiletico darash
  • livello profondo (nascosto) Sod

come si evince dall’introduzione di cui ho fatto cenno nel primo post il prof ritiene che ciò che è scritto nella Torah sia sempre letterale ed egli insiste sul fatto che ha effettuato una traduzione letterale.

Anche questo punto non è corretto, Mauro NON ritiene che ciò che è scritto nella Torah sia sempre letterale (ed anzi dice più volte che ci potrebbero essere altri livelli di lettura) – dice che di sicuro il livello letterale ha un suo senso e se si leggono i libri questo è chiaro in moltissimi passaggi. Non ho trovato nessun post dove qualcuno propone questi livelli di lettura, e non capisco cosa centra. Altra crtitica mal posta.

Terza critica. Mauro Biglino non sa tradurre.

Anche in questo caso non posso mettere becco perchè non so la lingua ebraica. Sono certo che ci sono persone che lo sanno meglio, ma quello di cui sono (quasi) sicuro è che nessuno ha proposto traduzioni letterali per andare in contrasto a Mauro.

Se è vero che è pieno di persone che sanno leggere l’antico testamento mi chiedo perchè nessuno si è messo a tradurre in maniera letteraria e poi far tacere Biglino: può essere che forse la traduzione non sia cosi pessima ? Critica giusta ma non ci sono alternative, spero che qualcuno le porti.

Quarta critica. Mauro non cita le fonti delle sue affermazioni

Nella marea di siti contrari il sito di Ame si distingue per due cose: non cadere nei soliti luoghi comuni ( ha letto i libri sembra) e rispondere con appunti specifici. Si distingue anche per la sicumera, ma questo è un altro discorso.

In un articolo nello specifico (questo) pone alcuni quesiti molto interessanti che non sono coperti nelle versioni  attuali dei libri (mi aspetto che le prossime versioni abbiano più note). Questo punto direi che è l’unico su cui vedo UNA delle traduzioni di Mauro meno solida. Questa è una critica che mi sento di condividere. Quando si fa un’affermazione come:

i Sumeri hanno spesso utilizzato il termine “venti” per indicare i satelliti che accompagnavano, e accompagnano tutt’oggi, i grandi pianeti nel loro percorso. I “venti”, da cui deriva con ogni probabilità il concetto connesso al termine ebraico [ruàch], erano dunque oggetti materiali, concreti, precisi, identificabili e viaggianti nello spazio!<<

La domanda è in quali testi i sumeri avrebbero detto queste cose? -Sarebbe stato molto utile riportare il nome e le righe dei testi sumeri in questione.

E’ vero che sui tre libri che ha scritto Mauro Biglino ci dice MOLTO, MOLTO DI PIU’ della traduzione del singolo termine ruàch (portando contesti e righe di traduzione) e che nemmeno un blog che ha come titolo “critica sistematica a Mauro Biglino” le ha smontato tutte  – due tra tutte: i malakhim non sono angeli come li vediamo noi adesso (biondi con le ali di piume) bensi individui in carne ed ossa e che i cherubini non sono angeli ma macchine . Qui direi che Mauro Biglini ha peccato di superficialità in alcune affermazioni, non includendo una bibliografia completa, ma se i critici riescono a trovare solo il difetto della traduzione di un termine singolo su 800 pagine di testi, direi che anche qui le critiche hanno il loro fondamento ma mancano un po’ di forza.

Aggiornamento settembre 2013: Non so se Mauro ci legge :-) ma ultimamente sul suo blog sono apparsi alcuni libri con le fonti che cita ( per esempio qui) rendendo ancora meno forti le critiche su questo punto.

Aggiornamento Settembre 2013 – parte 2 : Parlando di sincronismo: Mauro posta sul suo blog questa favolosa intervista in cui risolve e chiarifica moltissime critiche a lui rivolte. http://www.maurobiglino.it/?p=4612

Quinta critica. Mauro Biglino non sa il tedesco, lingua in cui ci sono la maggior parte dei vocabolari.

Ok altro punto non del tutto sbagliato. Se Biglino usa vocabolari in inglese che però sono traduzione di quelli tedeschi può darsi che qualcosa venga perso ? Questo è sicuro. Quello che si perde è tanto grave da compromettere una traduzione? Non credo proprio.

Sesta critica. Come si permette?

La maggior parte dei critici ovviamente non riescono nemmeno a concepire la possibilità che la bibbia sia stata scritta dall’uomo. Questo punto non lo commento nemmeno. e Se fate parte di questa schiera evitate pure di commentare prima di aver letto Prometheus Rising

[notice] Detto questo riassumo così: l’opera di Biglino – cosi come quasi tutti i libri di CriptoArcheologia – è utile perchè apre ad interrogativi, non perchè da’ certezze. [/notice]

Varie info

Contenuti dei libri di Mauro Biglino

Mauro Biglino contesta la traduzione adattata, che secondo lui è troppo modificata. Alcune parole, se invece che essere tradotte come sono, vengono lasciate nella lingua originaria e non si adatta tutto quello che hanno intorno, prendono tutto un altro significato… Alcuni sono cosi sbalorditivi da non poterci credere (macchine volanti? ingegneria genetica?) altri invece dimostrano solo quanto forte sia il potere della comunicazione di massa. Non racconto altro, perchè impoverirei soltanto l’esperienza della lettura, che consiglio.

I libri di Mauro Biglino

QUI Tutti i suoi libri su Amazon.it

Il Libro che Cambierà per Sempre le Nostre Idee sulla Bibbia - Nuova Edizione
Gli Dei che giunsero dallo spazio?

Il Dio Alieno della Bibbia - Libro
Dalle traduzioni letterali degli antichi codici ebraici

Non c'è Creazione nella Bibbia - Libro
La Genesi ci racconta un’altra storia

Voto medio su 8 recensioni: Da non perdere


Resurrezione Reincarnazione - Libro
Favole consolatorie o realtà? Una ricerca per liberi pensatori.

Scheda Breve su Mauro Biglino

UnoEditori
Scrittore & Traduttore
Mauro Biglino è un nome molto controverso: traduttore per le edizioni San Paolo si trasforma in una sorta di Zecharia Sitchin Italiano. Se il primo dallo studio il cuneiforme ha dedotto che la mitologia Sumera ( e l'antico testamento della Bibbia che da queste leggende ha preso a piene mani) sono un po' di più di storie da prendere metaforicamente, il secondo rincara la dose, traducendo esattamente ( o cosi almeno dice, non posso confutare) dall'ebraico antico... Mauro ha il suo bel curriculum e con questo lavoro ha sbragato.
IT
Phone: 011 0269122

Click here to submit your review.


Submit your review
* Campi richiesti

Ottimo articolo

Sep 20, 2013 by Pat

Ottimo e completo, complimenti per il sito


Cocooa , USA 5.0 5.0 1 1 Ottimo e completo, complimenti per il sito

You may also like

36 Response Comments

  • adryano  November 19, 2012 at 1:48 pm

    come mai c’è cosi tanta differenza di interpretazione tra mauro biglino e igor sibaldi?Chi dice la verità tra i due?Uno infatti parla di alieni della bibbia o detti eloim,l’altro parla di angeli come forza energetica.

    Reply
    • Manolo  November 19, 2012 at 3:16 pm

      Ciao Adryano,
      chi ha ragione tra i due? Domanda difficile… Personalmente (ma è il MIO tunnel di realtà) approccio questo genere di libri con lo scopo di avere spunti di studio e per questionare tutte le idee che consideravo “immutabili” e non con capire chi ha ragione.
      Se cerchi su altri siti (magari di studiosi della Torah) vedrai che danno un’altra interpretazione…
      quindi, non ti so rispondere, scegli l’interpretazione che preferisci :-)

      Reply
    • mescalito  March 10, 2014 at 2:27 pm

      Scusa, ma la domanda è, igor sibaldi traduce la bibbia e poi ci fa i suoi saggi, o si affida alle interpretazioni che danno i vari esegeti, su tutte le varie bibbie di diverse provenienze, che in genere sono del tutto personali?

      Reply
  • Ivan  September 1, 2013 at 1:07 pm

    Grazie Mille,

    come al solito immenso. Cocooa.com è sempre cosi’ pieno di idee!

    Reply
    • Manolo  September 3, 2013 at 8:58 am

      Addirittura immenso? grazie Ivan – gli articoli che faccio ( a parte la sintassi da incubo) hanno il pregio di essere solo UN POCO più approffonditi della maggior parte che prendono posizioni dogmatiche. Io cerco sempre di prendere una terza posizione (PNLlisticamente parlando) quando faccio questi articoli.
      Aspetto tuoi commenti

      Reply
    • Manolo  March 10, 2014 at 5:11 pm

      Ciao Mescalito… OTTIMA domanda.
      Non credo che Igor sappia l’ebraico e quindi legge una traduzione (che sia in latino, greco o Italiano non lo so), è vero però che conosco molto molto poco il lavoro di Sibaldi, e quindi non so darti ulteriori risposte… ho un paio di libri e di video suoi che mi aspettano sulla scrivania e quando mi sarò fatto un’opinione non mancherò di scrivero qui su cocooa.com

      Reply
  • ALESSANDRA  September 9, 2013 at 3:54 pm

    e’ poco che seguo le conferenze di Biglino, ma da quello che ho capito, anche se lui stesso non avesse tradotto in modo letterale le bibbie che abbiamo in casa, queste stesse bibbie letteralmente dicono, nei passi piu’ significativi quello che lui dice..a tal proposito posso raccontare la mia esperienza: circa un anno e mezzo fa ho deciso di leggere la Bibbia, per cercare di avvicinarmi maggiormente a Dio..verso la fine di Esodo, ho smesso di leggere, perche’ se il Dio che ci hanno raccontato e’ quel Dio sanguinario che viene raccontato nella Bibbia, be’ io non lo voglio seguire..anzi devo ringraziare Biglino per avermi fatto capire che questo libro non e’ altro che l’ennesimo libro scritto da uomini che ci hanno voluto lasciare la loro testimonianza di quanto hanno vissuto..e che Dio, se esiste, e’ altro..

    Reply
  • giampaolo  September 9, 2013 at 7:28 pm

    Mi è piaciuta la tua disanima, molto bella, stimo e seguo Biglino da molto tempo e lo reputo serio e competente. Saluti dal Brasile.

    Reply
    • Manolo  September 9, 2013 at 8:15 pm

      Grazie Giampaolo,
      anche io appezzo Biglino, ed è proprio per questo che voglio capire quanto le critiche mosse siano vere o campate in aria…
      continuerò ad aggiornare il sito comunque ! ciao!

      Reply
    • Manolo  September 25, 2013 at 1:32 pm

      ahahah Grande !!!

      Reply
  • mescalito  March 10, 2014 at 1:45 pm

    Scrivi: La decisione di usare il codice dei masoreti è una scelta precisa di Mauro Baglino. Non so se sia dettata perchè il suo ebraico è scolastico
    Ma lo ha affermato più volte, lo ha scelto perchè è lo stesso che viene usato per tradurre la bibbia che usiamo noi, e le cose che lui dice sono scritte nella bibbia che avete in casa.

    Reply
    • Manolo  March 10, 2014 at 5:15 pm

      Scrivo: La decisione di usare il codice dei masoreti è una scelta precisa di Mauro Baglino. Non so se sia dettata perchè il suo ebraico è scolastico (a detta degli esperti) o per quale altra ragione ma rimane il fatto che, anche prendendo questo testo, che è il documento ufficiale da cui viene tradotto il vecchio testamento e traducendolo si legge qualcosa di molto diverso da quello che si vede da altre parti. in Pratica Mauro dice: Ok questo è il VOSTRO testo ufficiale, lasciatemelo tradurre letteralmente.
      quanto quello che ho scritto io è diverso dalla tua “traduzione” ?

      PS il fatto che un autore dia una ragione non mi impedisce di poterne pensare altre, anche solo come esercizio mentale.

      Reply
    • luigi Petito  October 9, 2014 at 10:43 am

      Biglino lavora sulla bibbia masoretica perché è quella ufficialmente riconosciuta come vera, ed è quella da cui derivano tutte le bibbie che noi abbiamo in casa, usate delle varie religioni del mondo occidentale compresa quella cattolica. Biglino quindi non si è scelto come qualcuno afferma la bibbia che gli fa comodo,
      ma quella che che tutto il mondo occidentale ha stabilito come vera e credibile. Ciò appunto per non sentirsi dire che Biglino si è scelto la bibbia che più gli faceva comodo. Ciò non è servito lo stesso, perché lo scopo è quello di screditarlo, perché da fastidio ai detentori della verità. Se Biglino non conosce l’ebraico, perché le edizioni S. Paolo gli hanno fatto tradurre 19 libri del cecchio testamento?

      Reply
  • mescalito  March 10, 2014 at 2:21 pm

    E poi volendo credere alla scienza, che ritengo più attendibile, che data a circa 190 mila anni fa la comparsa dell’uomo moderno, che credito può avere la bibbia, una raccolta di racconti mitologici antichi, racconti non dimentichiamolo che venivano tramandati di bocca in bocca,
    perchè la scrittura anche se era stata inventata era retaggio di pochissimi, che si inventa il primo uomo nato dal nulla, dal soffio di un supposto dio, qualche migliaio di anni fa.

    Reply
    • Manolo  March 10, 2014 at 5:17 pm

      di che “scienza” parli nello specifico?

      non ho capito lo scopo di questo tuo post, non sono in grado di risponderti.

      Reply
  • Patrizia  April 1, 2014 at 12:20 pm

    NON CE DIFFERENZA TRA BIGLINO E I TESTIMONI DI GEOVA….

    Reply
    • Manolo  April 2, 2014 at 3:27 am

      Ciao Patrizia, ti spiacerebbe specificare un po’ meglio la tua frase, che scritta cosi ( in maiuscolo, senza referenze, approfondimenti o link) sa un po’ di trolling?

      Reply
    • luigi Petito  October 9, 2014 at 11:10 am

      Ti consiglio prima di tutto di leggere la bibbia da sola e con attenzione, senza condizionamenti e con la mente aperta. Non accettare supinamente ciò che ti dicono che è scritto nella bibbia, perché ti leggono solo alcuni passi, in più nei passi scomodi introducono le allegorie, le metafore e le interpretazioni. cosi facendo si fa dire al testo ciò che più ci fa comodo. Mi permetto solo un osservazione da ignorante quale sono: è ridicolo e offensivo dell’intelletto umano, la favoletta che il dio onnipotente creatore dell’universo scenda su quel granellino di sabbia che è la terra per guerreggiare a capo del suo popolo eletto, attuando pulizia etnica, con lo scopo di dargli una terra togliendola a quei popoli ai quali lui stesso glie le aveva assegnate(deut. 32,8-9) per darla ai suoi. Ma se lui è dio, perché non glie la assegnata prima?

      Reply
  • giorgio  April 8, 2014 at 12:47 pm

    è difficile accettare realtà che non si confanno con ciò in cui abbiamo sempre creduto. D’altronde è più facile credere in una comoda menzogna che in una scomoda verità !!! Poi quando ci si confronta con persone che vedono la religione come un qualcosa a cui delegare le proprie responsabilità il tutto diventa estremamente arduo !!

    Reply
  • renzo de santis  July 12, 2014 at 10:55 am

    Ho dedicato tutta la vita alla ricerca, agli studi ed alle sperimentazioni pratiche, per riuscire a capire il più realisticamente possibile, se esiste Dio, che cos’è e come opera. Avevo 17 anni quando le prime intuizioni, mi fecero pensare che la verità doveva essere nascosta un quello che noi definiamo il nulla o il vuoto.
    Ora ho 78 anni e so con assoluta certezza che le mie intuizioni giovanili erano esatte. Quello che ho scoperto potrebbe anche essere dimostrato scientificamente. Ma non esiste ancora nel mondo scientifico, chi ha “le palle”
    per confrontarsi con le verità eterne. Dovrebbe ricredersi ed accettare il fatto che tutto il bagaglio delle sue conoscenze, poggia sul pressapochismo e il fideismo. Mentre le creazioni, quelle su cui poggiano i suoi studi e le sue ricerche, sono li che aspettano da più di tredici miliardi di essere considerate per quello che sono realmente e cioè la dimostrazione di come opera la spiritualità infinita. Nulla si è mai nascosto all’uomo, le verità sono eterne ed inalienabili, come lo è tutta la materia oscura e quella visibile dell’universo.
    Tutto il resto, quello che noi definiamo come lo scibile umano, altro non è che un guazzabuglio di culture in contradizione, ingenerate da mentalità, soggiogate dai contenuti mentali, da cui derivano tutte le aberrazioni dell’uomo.

    Reply
    • Manolo  July 12, 2014 at 11:48 am

      Ciao Renzo,
      Ho capito molto poco di quello che hai scritto a dire il vero, ma mi congratulo con te per la perseveranza di aver cercato per 60 anni.

      Reply
  • Adelma Tittoni  July 29, 2014 at 5:13 pm

    Illuminante..demolisce. le ” verità fondamentali” che già facevano acqua da tutte le parti. In particolare mi riferisco a : ” I Re” della Bibbia di Gerusalemme; ” Dio prende possesso dl suo tempio”. Si capisce perfettamente che il dio di cui si sta parlando non può essere di questo mondo.Così in Ezechiele in : 10-13 : ” Io sentii che le ruote venivano chiamate ” Turbine”.Due piccoli esempi di cui la Bibbia è piena basta leggerla per quello che è . Lo scrissi anni fa nel mio libro Stupendizia. Naturalmente sono rimasta affascinata dalla mole di lavoro intrapresa da Mauro Biglino e gli sono grata come persona per il suo coraggio nel perseguire la verità.

    Reply
    • Idola  October 5, 2014 at 2:48 pm

      Allora solo una nota che farei a Biglino:
      Attento. Mi pare che stai interpretando esattamente con la stessa logica dalla quale sei partito per “confutare” il significato della Bibbia attribuito da altri, che come te fanno riferimento ad una lettura secondo il proprio tempo, e secondo le proprie conoscenze…! Come loro non hai alcuna certezza delle conoscenze scientifiche dei soggetti di cui parli né delle loro tecnologie. Se vuoi essere “Letterale”.
      Fai lo stesso errore di quando si facevano film sullo spazio e ci ritrovavamo dei succedanei di tecnologia e delle conoscenze che si avevano in quegli anni. Trovavi costumi, parrucche, scenografie e mezzi di quegli anni ambientati in un contesto spaziale. E non terrestre. E dunque DNA, ingegneria genetica, armi atomiche ed altro sono solo il NOSTRO bagaglio, non sappiamo, se altro esiste, come sono “attrezzati”, in termini di conoscenze. Io fossi Biglino mi limiterei a fare questo ” essere letterale”. Rischio di poter essere “smontato”.

      Reply
  • mirco  August 6, 2014 at 4:00 pm

    A parte le interpretazioni nella traduzione delle parole o di alcuni passaggi della bibbia , in qualunque lingua sia tradotta, il concetto generale delle interpretazioni di Zecharia Sitchin o Mauro Biglino o di altri studiosi , non può che essere più vicino alla realtà che non quello dei bigotti ” credenti”.
    A) Ora che ci sia una razza aliena, ( o che li alieni siamo noi , nel senso che siamo stati creati da un’altra razza migliorando una creatura terrestre con il loro genomi) credo sia molto vicino alla realta.
    B) tutte le interpretazioni da quel momento in poi, e normale che possano essere diversi o non simili tra vari studiosi, ma il concetto rimane lo stesso, la bibbia o altri testi meno “sacri” cercano di trasmettere ai posteri ( NOI )le origini della nostra storia. ( anche gli eventi del secolo scorso hanno più interpretazioni, ma il fatto e uguale per tutti gli storici)
    C) a volte mi viene il dubbio che le varie religioni e la stesa chiesa sia stata inventata da loro ( alieni) per confonderci un po’ le idee nel senso :- per non far vedere la verità gli diciamo che siamo finti e che esiste un dio , quelli che gli credono non credono a Noi e cosi il giochino e fatto!!!

    Reply
  • MARIA  August 20, 2014 at 4:12 pm

    non si tratta di mauro baglino ma di MAURO BIGLINO

    Reply
  • Nadine  September 24, 2014 at 4:06 pm

    Credendo alle fantasie di Biglino fate di voi stessi uno zimbello, le sue pseudo traduzioni sono state ampiamente smentite, ad esempio dal biblista Danilo Valla. Il suo scopo è palese e lo persegue in modo rozzo e grottesco.

    “Verrà giorno, infatti, in cui non si sopporterà più la sana dottrina, ma, per il prurito di udire qualcosa, gli uomini si circonderanno di maestri secondo le proprie voglie, rifiutando di dare ascolto alla verità per volgersi alle favole. ” 2-4 Timoteo

    Reply
    • Manolo  September 26, 2014 at 10:33 pm

      Premesso che nella partita di Biglino vs Valla, non parteggio per nessuno in particolare (ma preferisco il fan club del primo) mi sembra che se biglino ha _un po’_ di voci contro Valla ne ha anche di più. io non mi posso esprimere perchè non parlo ebraico e anche su http://consulenzaebraica.forumfree.it/ non si sono mai messi d’accordo più di tanto.

      sono curioso di sapere quale sia questo scopo palese (che non vedo)…

      Reply
    • Manolo  September 26, 2014 at 10:17 pm

      Grazie Marco,
      ho dato un occhio al link, ho letto l’articolo e anche se mi chiedo se tu, prima di consigliare la lettura del suddetto link, li hai letti i libri di biglino (chi ha scritto l’articolo secondo me non tanto). Lo faccio passare il link perchè mi sembra utile per vedere il tutto da un punto di vista diverso… e secondo me è una delle cose più importanti.

      Reply
  • Nadine  September 26, 2014 at 8:20 pm

    Censurate i post che non vi piacciono vedo… non voleva sapere se il sedicente traduttore è stato smentito? Le basta fare qualche ricerca e troverà che biblisti e rabbini lo hanno fatto.

    Reply
    • Manolo  September 26, 2014 at 10:13 pm

      Non so chi tu sia, non so a cosa stai facendo riferimento, ma se non appare un tuo commento può essere che:

      1. era spam
      2. era trolling
      3. entrambi i suddetti

      quindi pulisciti un po’ il pensiero e poi torna a parlare con più chiarezza (contesto e contenuti)

      Reply
  • Nadine  September 28, 2014 at 10:37 am

    Signor Manolo, sono passata a vedere se il commento del 24 sett. fosse stato pubblicato e non avendolo trovato ho pensato sbagliando che non volesse pubblicarlo, le chiedo pubblicamente scusa.
    Lei dice di preferire il fan club di Biglino, ma ha procurato di dare un’occhiata ai suoi fans? Troverà almeno un nome interessante, quello di un satanista.
    Chiede contenuti, al link seguente troverà un articolo interessante: http://www.gianlucamarletta.it/wordpress/2013/08/niccolobisconti/
    Si interroga poi sullo scopo, vede massoni e satanisti credono in Dio e credono anche nell’esistenza del Suo avversario, Satana, niente di nuovo, la differenza con un cristiano è nella decisione di servire il Diavolo in un caso, il Vero Dio nell’altro, anche qui niente di nuovo, allora quale scopo vuole che abbiano i primi?! Il medesimo del loro signore, una partita persa in partenza, perché il diavolo è una creatura e nulla può contro Dio suo e nostro Creatore che ha promesso “Non praevalebunt” cioè il male non prevarrà.
    Buona giornata.

    Reply
  • cu è  October 4, 2014 at 11:15 am

    Nedine sei informata sui satanisti dicci nome e cognome… ce ne terremo lontani!

    Reply

Leave A Comment

Please enter your name. Please enter an valid email address. Please enter a message.