Bambini (e i loro genitori)

André Stern – Non Sono Mai Andato A Scuola

Ho comprato questo libro di André Stern – Non Sono Mai Andato A Scuola a causa del titolo curioso e perché sono sempre interessato ai metodi di apprendimento.


Prima di parlare del libro faccio un salto indietro: André Stern è figlio di Arnold Stern, che ai più di noi può non dire niente, ma se cercate su Wikipedia o su Internet è stato uno dei più grossi pedagoghi francesi del dopoguerra. Pertanto l’approccio che ha avuto André non è un approccio che può andare bene per tutti, in quanto - come si scopre dal libro - anche da parte dei genitori ci vuole una formazione o almeno saper cosa si sta facendo.

La storia di André è bellissima e fantastica: come dice lui nell’introduzione del libro non vuole essere né una guida né un insegnamento alla non scolarizzazione ma semplicemente il suo diario di viaggio. Infatti parlo di scolarizzazione poiché André non parla del fatto che non si è mai recato a scuola per esaltare l’home schooling, tant’è che per lui anche l’home schooling è in un certo senso una forma di scuola, che gli è estranea.

Imparare senza andare a scuola?

Il modo in cui lui ha imparato è stato totalmente diverso: I genitori erano totalmente supportivi, hanno dato un supporto totale alle sue scelte ed è interessante vedere come lui sia cresciuto nella curiosità totale, curiosità che hanno tutti i bambini piccoli e invece che vederla tarpata, invece che perdere questa creatività, questo senso di magia, quando iniziava la scuola elementare, le medie ed il suo percorso di formazione scolastica aveva la possibilità di esplorare quello che voleva e quindi tutto quello che gli piaceva lo imparava.

Per fare un esempio André nel libro parla della lettura e della scrittura, che sono le cose tipiche che una persona crede di poter imparare soltanto a scuola, lui le ha imparate prima delle elementari... però nonostante questo, nonostante abbia imparato a riconoscere presto le lettere e quindi a vocalizzare non è mai stato un argomento che gli piaceva più di tanto, questo fino ai 7-8 anni, quando ha deciso di punto in bianco che gli piaceva leggere, era curioso di poter leggere libri che prima leggevano soltanto il papà e la mamma. Decide quindi di dedicarsi alla lettura, riuscendo a pareggiare le sue abilità linguistiche con quelle delle altre persone.

Poi è interessante vedere come tutti i suoi interessi, dalla fotografia alla musica, seguono questo continuo percorso di curiosità e totale immersione. Lui afferma che un bambino fa le cose in maniera ossessiva, le ripete milioni e milioni di volte e continua a farle per divertimento, anche cose che per un adulto sono faticose e che una volta che però il bambino viene obbligato a renderle studio e non più parte del gioco e dell’apprendimento queste cambiano e diventano pesanti e fastidiose per esso. L'approccio Montessori (di cui conosco solo per aver letto e provato dei suggerimenti, badate bene) dice più o meno le stesse cose.

Tanto per dirne una - circa questa immersione nel fare le cose - oltre a saper cantare e far musica, ha imparato a fare il liutaio perché voleva avere una chitarra per i suoi spettacoli, così come ha imparato una lingua straniera nell’arco di pochissime settimane, questo perché quando aveva deciso di studiare il tedesco (Il padre è francese, ma di origine tedesca).

Semplicemente ne era entrato nell’ottica: sentiva la musica, leggeva qualcosa di storia e poi si è dedicato anima e corpo per giorni interi soltanto a leggere cose in tedesco. Ha agito proprio come fa un bambino quando magari gioca con qualcosa e continua a giocarci fino a quando questo gioco non piace più, ma nel frattempo ha imparato tutto ciò che c’era da imparare.

Quindi approccio interessantissimo quello di André, di sicuro se vogliamo usare un termine di PNL è un ottimo modellatore, ha mantenuto le doti da modellatore innate.

Anche solo per questo mi è piaciuto e, lo potrei consigliare a tutti coloro che sono curiosi circa l’apprendimento.

Ricordo il mio incipit... questo modo di apprendere ha molti pro ma è anche non banale: non credo sia una passeggiata far crescere un figlio in questo modo per una persona "normale" ai giorni nostri.

Guardiamo il conteso: Arnold è un grande pedagogo, gli anni ’70 in cui è cresciuto André non sono gli anni 2010 in cui viviamo adesso, sono cambiate molte cose, c’è Internet e molta meno speranza e voglia di rottura...

Tirando le somme su André Stern – Non Sono Mai Andato A Scuola

Insomma, non so quanto sia applicabile questa scelta di non scolarizzazione totale per un bambino, non so se esistono delle vie di mezzo tra l’home schooling, la scolarizzazione classica e invece lasciare imparare il bambino da solo, ma di sicuro questo libro può avere degli spunti interessanti anche solo per l'idea che esiste una terza via....

Vi metterò il link ad un intervista fatta ad André qualche anno fa in cui si vede che tra l’altro è anche un esponage (?) , parla molto bene il francese ed è molto tranquillo nel parlare delle sue avventure, senza voler per forza convertire le altre persone.

Quindi mi è piaciuta la dolcezza, il modo morbido con cui tratta questo argomento e per tutti gli spunti che da e che si potrebbero integrare con qualche altra disciplina. Mi piacerebbe moltissimo che André riuscisse ad auto modellarsi oppure creare una struttura simile a quella con cui lui imparava.

Come introduzione a questo argomento (homeschooling e dintorni) è di sicuro interessante. Probabilmente ordinerò qualche libro del padre per vedere cosa effettivamente egli insegna...

Crescere senza Punizioni nè Minacce
Liberi dalla violenza educativa di ieri e di oggi

Crescere Figli senza Dogmi
La guida di una mamma agnostica

I Genitori Devono Essere Affidabili. Non Perfetti...
Indispensabile per tutte le mamme e i papà

Smettila di Programmare tuo Figlio
Come tutto quello che fai e comunichi condiziona il destino di tuo figlio

Voto medio su 29 recensioni: Da non perdere


Fuori di Testa
Perchè la scuola uccide la creatività

A Scuola di Futuro
Manifesto per una nuova educazione

Basta Studiare!
Da due Prof il metodo collaudato per uscire dall'ansia di compiti, insufficienze e debiti ad uso di genitori e studenti

Non Sono mai Andato a Scuola
Storia di un'infanzia felice

 

André Stern – Non Sono Mai Andato A Scuola in breve

[schema type="review" url="https://www.cocooa.com/andre-stern-non-sono-mai-andato-a-scuola/" name="André Stern – Non Sono Mai Andato A Scuola " description="Interessante Libro di André Stern in cui racconta come in maniera totalmente autonoma ha imparato a leggere, scrivere, parlare tedesco e molto alto" rev_name="André Stern – Non Sono Mai Andato A Scuola " rev_body="Se siete interessati all’apprendimento, se avete dei figli o se siete curiosi di sapere se esistono delle vie alternative: 4/5* Se invece non vi interessa l’argomento non è un libro che consiglio di leggere, anche se comunque è ben scritto e si legge velocemente: 3/5*." author="André Stern " pubdate="2016-02-06" user_review="3" min_review="1" max_review="5" ]

 

André Stern – Non Sono Mai Andato A Scuola in breve
  • Per me questi libro (se non sei interessato all'argomento specifico) è un 3 stelle

Riassunto

Interessante Libro di André Stern in cui racconta come, in maniera totalmente autonoma ha imparato a leggere, scrivere, parlare tedesco e molto alto. Una terza via rispetto alla scuola tradizionale e all'homeschooling.

3
User Rating 0 (0 votes)
Sending

Published by:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Cocooa © 2021
Terms and Conditions  •   Privacy Policy    
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram