Cibo & Alimentazione

Anguria: come sceglierla, proprietà, benefici, come conservarla.

Photo by Scott Webb from Pexels

Devo ammetterlo. Adoro l'anguria e quando è possibile ne mangio molto di più di quanto dovrei: il cocomero è una di quei frutti a cui non so resistere d'estate: Sono dolci, piene di acqua, rinfrescanti, costano poco e la puoi mangiare anche una mezz’oretta prima di fare del moto.

Per questo motivo dopo aver postato un po' di ricette di frullati di anguria, ma alla fine dell'ennesima scofanata ho cercato se faceva bene abusare così :-) e se c'erano dei rischi collegati.

Prendo 'occasione e posto anche i metodi per scegliere l'anguria oltre a quello sonoro dato che all'inizio non è facile.

Chiudo parlando delle proprietà, dove utilizzarla e  come conservarla.

Angurie rosse e angurie gialle?

Mi è capitato di trovare al supermercato delle angurie gialle. Mi sono stupito dato che non le avevo mai viste prima, ma cercando ho visto che è una varietà normale e che anche il gusto è lo stesso (un filo più dolci forse)

Fattori Nutrizionali anguria

100 gr di anguria contengono, oltre al 90 e passa percento di acqua:

Quello interesante sono le vitamine e i minerali contenuti:

Betacarotene, B1 (Thiamine), B2 (Riboflavin), B3 (Niacin), B5, B6, Tantissima vitamina C (8mg), Calcio, Ferro (7mg) , Magnesio, Manganese, Fosforo, Potassio, Zinco...

Rischi potenziali di troppo consumo di cocomero

Cercando i rischi potenziali se si mangia troppa anguria ho trovato:

  • Consumare troppa vitamina C, porta a fastidi intestinali - Questo tipo di problemi si hanno do solito quando si prendono supplementi, e non cibo. Non so quanta anguria va mangiata per avere di questi fastidi, ma credo davvero tanta, per tanto tempo.
  • Troppo potassio puo portare a complicazioni cardiache temporanee. Anche in questo caso il problema è relativo a supplementi più che a cibo.

Personalmente anche quando ne ho mangiata davvro tanta non ho mai avuto i disturbi sopra citati: quindi anche se dovete sempre chiedere a un medico e non a un blogger, direi che è più probabile che ti scoppi la pancia prima di avere dei disturbi a causa dell'anguria.

Come scegliere l'anguria?

La differenza tra un'anguria Ok e un'anguria buona è abissale. Come fare quindi a sceglierne una matura con tutto il suo buquet di sapori?

Metodo del tamburo

Il classicone è il "tamburo": usare le mani per colpire un paio di volte il cocomero e sentire che rumore fa.

  • Un suono molto grave / basso di frequenze  ( thum thum) è indice di troppa maturazione.
  • un suono acuto (thaaan thaaan) invece è incide che è un filo indietro.
  • il suono di un'anguria matura il giusto è appunto di un tamburo (non so spiegare meglio :-)

Questo metodo oltre a essere super soggettivo (e richiede delle doti di calibrazione degne di Milton Erickson :-) non ci dice molto sul sapore però...

Quattro metodi visivi per scoprire se l'anguria è buona

Oltre al classico "tamburo" - molto soggettivo ci sono 4 indicatori visuali:

  1. Zona di appoggio
  2. Cicatrici
  3. Forma
  4. Picciolo

Zona di appoggio

Il primo passo da fare è cercare le zone biancastre sulla buccia per esaminarle. Si tratta di aloni assolutamente normali, indicano dove l’anguria è rimasta appoggiata a terra. Le migliori di solito sono quelle che presentano queste zone di colore giallo o arancione.

Sesso dell'anguria

Molti lo ignorano, ma lo sapevate che l’anguria ha due sessi? Esattao, esistono le angurie maschio e le angurie femmina! Li si possono riconoscere dalla loro forma poiché i maschi sono più allungati, mentre le femmine mantengono una silhouette più rotonda. In linea di massima i primi sono più acquosi, mentre le seconde più dolci.

Le cicatrici da impollinazione

Una cosa sulla quale molti cadono in errore sono le “cicatrici” che possono essere viste sulla buccia dell’anguria. Di primo acchito tantissimi acquirenti si fiondano sulle scorze che sembrano più pulite e di bell’aspetto, in realtà quei segni indicano il numero di volte in cui le api hanno impollinato il fiore prima della maturazione: più ce ne sono, più di solito l’anguria è dolce.

Il picciolo

L’ultima chicca riguarda il picciolo / coda dell’anguria, un particolare che solo chi è a conoscenza di questi trucchi si preoccupa di controllare. Quella protuberanza apparentemente insignificante infatti indica la maturità del frutto: se è troppo verde significa che l’anguria è ancora acerba e poco dolce. Una “coda” marrone e legnosa invece è indice di buona maturazione.

Grazie a greenme per l'infografica

Come conservare l'anguria

Il problema dell'anguria è essenzialmente uno: l'ingombro ( e il relativo peso). Il mio frigo non può accettare un'anguria da 10 kili ( ma nemmeno da 7 :-). Metterla sotto l'acqua corrente solo per tenerla fresca come si faceva negli anni 70 è uno spreco di questa preziosa risorsa...

Che fare quindi?

Creare una base per i frullati futuri

Cosa faccio io per mantenere l'anguria

Di solito appena arrivo a casa, taglio l'anguria a metà e una parte la metto in frigo. La metà che rimane fuori viene mangiata quanto possibile contestualmente in loco... ma per quanto sia ghiotto del cocomero non posso finire 3-4 kili da solo (aggiornamento 2017: volendo ci riesco :-)

Quindi, prendendo spunto dal frullato estivo rinfrescante ( https://www.cocooa.com/frullato-estivo-rinfrescante-in-3-minuti/) di solito uso l'anguria che rimane per fare un base liquida:

Frullo l'anguria per creare una "base" per i frullati futuri: messa in una bacinella occupano molto meno spazio, ci spremo dentro del limone sia per il gusto, sia per preservarla meglio dall'ossidazione.

Congelare l'anguria

A questo punto si può tenere infrigo qualche giorno e berla oppure metterla in freeze.

Una volta  congelata l'anguria dura diversi mesi e si riesce ad utilizzare anche d'inverno.

Per esempio Melograno + Anguria è squisito, ma anche Anguri + spremuta di arancia è spettacolare.

Creare la base per futuri usi

La base che utilizzo è molto semplice:

  • 1/6 di anguria
  • + un filo di acqua (1/16)
  • + un limone (spremuto alla fine, oppure frullato insieme - senza buccia).

Frutta di stagione

A questo aggiungo anche altra frutta di stagione tipo pesche,  albicocche, o anche melograno. Questi frutti sono dolci ma con una punta aspra e quindi rendono più pieno il gusto.

ma anche le classiche banane e mele vanno più che bene

insalata rossa?

Non manco a volte di utilizzare insalata rossa a dire il vero (in piccole dosi dà quel tocco di amarognolo finale che può rendere tutto interessante)

Riassumo:

Base per frullati :

  • 2 spicchi di anguria ( 1/16 di anguria)
  • un filo di acqua (se il frullatore ha bisogno di frullare meglio)
  • 1 limone

A questo si può aggiungere:

  • + 2 pesche
  • + Aggiunta di : 1 banana + 1 mela
  • 3 Parti di anguria + un succo di melograno

Come mangiate voi l'anguria? la frullate?

Approfondimenti:

Ottima idea per una conservare l'anguria
  • Gusto
  • Originalità idea

Riassunto

Il problema dell'anguria è essenzialmente uno: la dimensione. L'ingombro e il peso sono infatti spesso ingestibili.

Ti sarai ritrovato anche te con un'anguria squisita ma che è troppo grande da finire o anche da mettere in frigo...

il mio frigo non può accettare un'anguria da 10 kili ( ma nemmeno da 7 :-). Metterla sotto l'acqua corrente solo per tenerla fresca come si faceva negli anni 70 è uno spreco di questa preziosa risorsa...

Che fare quindi?

4.5
User Rating 4.67 (3 votes)
Sending
Comments Rating 0 (0 reviews)

Scritto da Manolo Macchetta

Affascinato dalle potenzialità del cervello rimane folgorato dall'uscita di MEMO, nel 1992. Soltando 10 anni dopo inizia però a studiare altre discipline. Nel 2008 apre il suo blog di Content Curation, Cocooa.com e poco dopo anche il portale per sport di lotta e MMA Grappling-italia.com

Scopri tutti gli articoli scritti da manolo su cocooa.com , Grappling-italia.com, TantraMarketing.it ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sending

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cocooa © 2021
Terms and Conditions  •   Privacy Policy