Cocooa.comMiglioramento personale per chi non cerca scorciatoie
Fame molecolare
Foto di Magda Ehlers da Pexels
Home » Miglioramento » Corpo » Fame molecolare

Fame molecolare7 min read

L'articolo in due parole:

Parlo dei 3 tipi di fame che conosco: La Gola, la pancia, la fame molecolare. Cosa sono nella mia esperienza e alcuni consigli per nutrirsi a livello molecolare

E’ da un po’ che la mia dieta (leggi Regime alimentare – non dieta dimagrante) è cambiata. Al contrario di alcuni che hanno la forza di dare un taglio netto, io sto ancora facendo il passaggio tra le vecchie abitudini e quelle nuove. Credo che oramai siano 3+ anni che ho letto del Raw Food / Crudismo, ho iniziato con i frullati verdi e mi sono indirizzato verso quella direzione. Non so ancora dove finirà (il crudismo è solo una moda?) e non sono ancora cosi rispettoso dei modi… l’importante è che abbia preso l’abitudine di “mangiare sano”.

L’antico adagio “Siamo quello che mangiamo” è verissimo ma mi sento di citare Micheal Pollan (autore di “Il dilemma dell’onnivoro” che consiglio VIVAMENTE) che dice “Siamo quello che mangia quello che noi mangiamo“. Se i polli mangiano cibi sintetici e vengono bombati di antibiotici… avoja a seguire un regime “sano” con carne bianca.

Parlerò del libro più avanti perché qui vorrei parlare dei 3 tipi di fame che conosco: la gola, la pancia, la fame molecolare.

Ovviamente, non essendo né medico, né nutrizionista, né altro, quelle che seguono sono solo le mie esperienze e voi non dovete ripeterle senza prima aver consultato un professionista.

La gola

E’ fonte inesauribile di “godimento” – è la stessa che ti fa mangiare quella stupenda mousse di cioccolato dopo che già ti sei magnato antipasto, primo, secondo, il contorno e 1 litro di vinello. Il corpo dice “Bastaaaaaa” Ma la gola bypassa ogni controllo razionale e fisico e fa ingurgitare più “cibo” di quanto necessario .

La Gola (intesa come abbandono ed esagerazione nei piaceri della tavola) è anche uno dei peccati capitali… Sono convinto che NESSUNA cosa si mangi per “gola” sia vero nutrimento necessario, anche se è vero che è piacevole soddisfarla, e va fatto di tanto in tanto.

Esempi di Gola: i fastfood, il junkfood, le Cola, il mio amato cioccolato, le merendine, le torte…

La Pancia

La pancia è quella che da segnali di vero bisogno di nutrimento, col “buco nello stomaco”, col mangiare tanta pasta fino a scoppiare. Diversamente dalla gola che nasce da una voglia, la pancia richiede cibo “vero” perché ha bisogno di energie per muoversi.

Il corpo umano è fantastico perché è capace di sovranutrirsi e accumulare riserve per quanto ce ne sarà bisogno e poi fare digiuni anche di diverse dozzine di ore senza nemmeno accorgersene. E’ normale che quindi quando c’è più cibo si mangi più del dovuto godendo del fatto di stare per scoppiare. Non è normale (nonchè malsano) se TUTTI i giorni ci si sovranutre.

David Wellerstein è stato uno dei pilastri del successo di McDonald grazie all’abilità di “sfruttare” questo: l’idea del Supersize è sua. Riuscendo a creare porzioni mostruose che servono solo ad appagare la gratificazione istantanea (e infatti i Fast Food si chiamano così perché si ingurgita tutto come dei lavandini in pochi secondi.)

Molto spesso però viene una fame incontrollabile ogni 2 ore, la mattina ci si sveglia e si ha un bisogno incredibile di cibo. E’ davvero possibile che il corpo ogni 2 ore richieda nuovo cibo per andare avanti? A volte è solo gola mentre altre davvero il corpo ha finito la “benzina” ? Come è possibile? Come facevano i nostri avi raccoglitori ?

Vi presento la fame molecolare.

Non so dove ho sentito il nome la prima volta, ma di sicuro Aldo Vaccaro lo usa nel suo libro “Alimentazione Naturale”.  Non sono nemmeno sicuro di usarlo come lo usa lui ma tant’è, siete sul mio blog e  il libro dovete leggerlo comunque, quindi beccatevi la mia definizone… :-P

La fame molecolare è un tipo di sottonutrizione a livello più profondo che non sia la pancia. E’ la mancanza di micro-nutrimenti, minerali, vitamine e quant’altro. E’ la stessa che manda segnale alla pancia la quale ci avvisa e che illudiamo di nutrire con cibo processato.

Degli studi americani dicono che il cibo processato (sempre in terra americana, qui è un po diverso) ha delle percentuali di mais lavorato (in qualsiasi forma) che va da 20 delle patitine fritte (!!) fino al 78% dei milkshake passando per hamburger, chicken nugget, condimenti vari (tutti intorno al 50%)  – Se mangiate solo cibo processato che ha come base i soliti 2/ 3 alimenti come potete sperare di nutrirvi con tutti micronutimenti necessari ?

Piccolo Esperimento di Nutrizione Molecolare

Se volete testare prima di intraprendere una via di nutrimento anche molecolare, fate questo esperimento:

  1. Riducete / abolite la carne per un paio di settimane
  2. Cercate di mangiare tanta frutta, tante verdure crude (insalate mix) e tanti semi (sesami, girasole, lino..)
  3. Quando mangiate carne o simili, una mezz’oretta prima mangiate anche verdure… vi fa passare un po’ la fame e fa il “fondo”

I primi giorni avrete fame come e più di prima. Mangiate (verde) ogni qualvolta avete fame. Dopo qualche giorno (diciamo 5-6 nel mio caso) il corpo si abitua allo shock – ( io addirittura ho avuto un piccolo sfogo su una gamba) e per magia esso si risveglia e… SPLENDE. Non ha bisogno di mangiare ogni 5 minuti e sentendosi amato e ascoltato vi darà messaggi inequivocabili su cosa mangiare e cosa invece non apprezza. Energie altissime vi accompagneranno. Sonno profondi e ristoratori. I vostri umori corporei miglioreranno di odore. Ti ho convinto? Non vale la pena provare?

Come posso soddisfare la mia fame molecolare?

Bella domanda: vi dico cosa mangio io di preferenza (fermo restando che non mangio solo questo e che la lista sarà incompleta):

  • Insalate – ci sono cosi tanti tipi diversi di verdura a foglia verde che potete farle girare oppure fare dei mega mix senza mai davvero annoiarvi – come regola generale: più scura è la foglia meglio è. (Lo spinacino per esempio ha in rapporto tanta vitamina C quanto le arance!)
  • Verdure – anche qui c’è l’imbarazzo della scelta
  • Frullati – ne ho descritti alcuni qui: https://www.cocooa.com/serie/dj-dei-sapori – e piano piano ve ne consiglio altri.
  • Frutti del Sole – ascoltate il vostro corpo e vi dira i cibi che brama: arance, meloni, angurie, uva – mi è capitato di cenare SOLO di frutta e dormire come un angioletto.
  • Semi – Non mai usato semi prima, adesso avrò 10 barattoli diversi… buonissimi nelle insalate, soddisfano il nostro bisogno di “olio” in maniera egregia. Anche qui ce ne sono più di quanti potete mangiarne
  • Frutti Tropicali: anche se preferisco usare cibo a Km zero, alcuni cibi tropicali (avocado, mango) sono coltivati anche qui e li trovo essenziali nella dieta
  • Alghe: fa un po strano mangiare alghe, ma provate qualcosa (sbrigandovi – temo che dopo Fukishima le toglierò dalla mia tavola…)
  • Integratori” – non sono sicuro di aver fatto bene a inserirli…dato che anche per me sono un’aggiunta recente che sto ancora provando, ma il succo di Aloe vera, la Wheat Grass, la clorofilla… provateli ogni tanto, e vedete che succede

Bio o non bio?? –

Bio probabilmente è meglio ma la frutta e la verdura costano come se foste in gioielleria: io ci compro solo cose particolari come alghe, magari i frutti tropicali che non si trovano al super, semi etc etc – il resto vado al super.

Devo cambiare dieta subito?

Come ho scritto nell’introduzione dopo 3-4 anni ancora non lo sono al 100% – il bello è che se siete al 30% “raw” avrete il 30% dei risultati. Se lo fate abbastanza a lungo (qualche settimana) con una percentuale abbastanza alta ( 50%) i segnali che vi da il corpo sui non-cibi sarà inequivocabile.

Quanto sarete soddisfatti di voi stessi quando vedendovi allo specchio sarete un po più vicini al vostro peso forma, pelle e capelli sani, basta alitosi mattutita, extra energia in palestra ?

Ho parlato di questi due libri:

Alimentazione Naturale
Manuale pratico di igienismo-naturale – La rivoluzione vegetariana: mangiare bene per vivere meglio

Da non perdere

(-15%)


 

Infografiche sulla Fame Molecolare

lungi da me considerare concluso il discorso su come nutrirsi al meglio, posto qualche infografica che ho trovato interessante (con tutti i limiti del caso)

 

Foto di Magda Ehlers da Pexels

Scritto da
Manolo Macchetta
Unisciti alla discussione

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

5 commenti
  • Bellissimo, interessantissimo. Ti segnalo che per quanto riguarda le alghe, hanno un gusto gradevole soprattutto quelle in fiocchi nelle zuppe, a me hanno consigliato di comprare quelle provenienti dall’atlantico o comunque dalla Bretagna ;-)

    • Ciao Dory, grazie mille per i commenti e i suggerimenti… le alghe a me piacciono però come dici tu evito quelle del pacifico (psicosi di fukushima) e anche quelle di posti “inquinati” – le “alghe” (generalizzo) sono ottime perchè assorbono i metalli pesanti dentro un corpo umano, e immagino che facciano un lavoro anche migliore in un mare zozzo.. e poi ce le mangiamo :-P

  • Ciao Manolo,
    Complimenti per il tuo post. Personalmente,i semi preferisco farli diventare polvere utilizzando un picccolo macinino da caffe’. Eccezzionale ed acquistato l’estrattore di succo. Con la verdura e’ favoloso,con lo zenzero sono miracoli. io ho preso spunto dalla dieta Mayr per iniziare a mangiare lentamente. Un boccone,un minuto,ti cambia la vita. Poi mangio quello che mi piace e va bene cosi.

    • Ciao Paolo, grazie per il commento…
      la dieta Mayr non la conosco, ma ogni dieta che suggerisce di mangiare lentamente parte già bene..
      Anche io penso che mangiare tutto il cibo che piace e con moderazione sia il segreto di tutto ( sottolineo la parola mangiare CIBO :-)

Cocooa.com