Cocooa.comMiglioramento personale per chi non cerca scorciatoie
Le tre domande che usa Bill Gates per valutare la propria vita
(c) Flickr / Billionaires Success
Home » Miglioramento » Le tre domande che usa Bill Gates per valutare la propria vita

Le tre domande che usa Bill Gates per valutare la propria vita3 min read

Questo è un articolo tratto da un articolo sul blog di Bill Gates (in inglese) di qualche anno fa. Lo avevo pensato come articolo di inizio anno, poi ho pensato bene che è oggi il giorno migliore per valutare la propria vita.

Per valutare la qualità della propria vita, Bill Gates si pone diverse domande.

Per il venticinquenne Gates, l’unica domanda importante è stata posta per valutare il successo dell’azienda alla fine dell’anno: il software Microsoft sta realizzando il sogno del personal computer?

Bill Gates oggi ha 64 anni e sa perfettamente di non essere la stessa persona che era quando ha fondato Microsoft, e anche le domande che si pone sono cambiate.

Una nuova serie di domande

Su un post sul suo blog Gates Notes, Bill ha affermato di valutare ancora la qualità del suo lavoro, ma le domande che si pone oggi sono molto diverse da quelle che si è posto nei suoi 20 anni.

Eccole:

  • Ho dedicato abbastanza tempo alla mia famiglia?
  • Ho imparato abbastanza cose nuove?
  • Ho sviluppato nuove amicizie e approfondito quelle vecchie?

Gates ammette anche che queste domande gli sarebbero sembrate “ridicole” a 25 anni, mentre a 64 anni sono molto più significative.

Nel suo documentario su Netflix (molto interessante) si vede come viva davvero secondo queste 3 domande.

C’è anche questa domanda, per gentile concessione dell’amico e mentore di Gates, Warren Buffett:

  •       Le persone a cui tieni ti amano?

Questa è la misura del successo di Buffett.

Valuta la qualità della tua vita

Alla fine di ogni anno, misurare il lavoro, il reddito o le prestazioni aziendali è certamente importante per valutare il nostro successo. Ma quanti di noi effettivamente si siedono e riflettono sulla qualità della nostra vita personale?

Fare un ulteriore passo in avanti – come Bill Gates e Warren Buffett – è ciò che facciamo per avere un impatto sulla vita delle altre persone e che dovrebbe avere più importanza nel misurare la qualità della vita.

Dobbiamo iniziare con le nostre famiglie, i nostri amici, il nostro lavoro e le comunità locali. Che cosa stiamo facendo per migliorare la vita delle persone nella nostra sfera di influenza?

Buffett conosce bene questo principio. Una volta disse a un gruppo di studenti della Georgia Tech la sua definizione di successo:

“Fondamentalmente, quando arrivi alla mia età, misurerai davvero il tuo successo nella vita in base al numero di persone che vuoi che ti vogliano bene te lo vogliono davvero. Questo è il test definitivo su come hai vissuto la tua vita. Il problema con l’amore è che non puoi comprarlo. Ma l’unico modo per ottenere l’amore è essere amabili. Più dai amore, più ottieni.”

Come terza persona più ricca del mondo, Buffett vive ciò che predica con il suo impegno per la filantropia, come il Giving Pledge, che invita le persone più ricche del pianeta a impegnare una grossa fetta della loro ricchezza in opere di beneficienza.

Gates “regala il suo amore” attraverso la sua Fondazione Bill e Melinda Gates, impegnando miliardi per migliorare l’assistenza sanitaria, combattere le malattie, ridurre la povertà estrema e, negli Stati Uniti, espandere le opportunità educative. So bene che esistono moltissime teorie del complotto sulla Fondazione: il mio consiglio è di guardarsi i documentari su Gates, guardare cosa ha fatto fin’ora e poi trarre delle conclusioni.

E’ Ok pre-occuparsi, ma non dimentichiamo anche i fatti.

Scritto da
Manolo Macchetta
Unisciti alla discussione

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Cocooa.com