Quali libri stiamo leggendo?

Cocooa.com è famosa per la sua selezione di libri.

Alessandro Girola

I Mecha di Napoleone III

Di cosa parla: Sempre Risorgimento Italiano: Questa volte c'è una missione quasi impossibile da portare a termine
Cosa ne penso: Continua, in una direzione diversa il racconto dei robot rinascimentali. Senza dover spoilerare in questo volume incontriamo nuovi "mostri", nuovi mecha, nuovi personaggi e si aggiungono sottotrame, il tutto con una progressione logica puntuale. Due sono le storie parallele in questo volume, più corposo del primo ma altrettanto esaltante. Come...

Alessandro Girola

I Robot di La Marmora

Di cosa parla: 1864: in pieno risorgimento italiano cade una Nave aliena, con la tecnologia per costruire dei Robot
Cosa ne penso: Uno dei primi libri che ho preso del Girola, mi è piaciuto subito per l'idea: Robottoni che si picchiano su sfondo dell'italia del Risorgimento? Mi piace! Poi mi ha intrigato per lo svolgimento e il ritmo, Più Pacific Rim che Goldrake ma va bene lo stesso. Questo tipo di fantascienza...

Alessandro Girola

Milano Doppelganger

Di cosa parla: Nelle piego dimensionali esistono delle realtà simili alle nostra, ma maligne
Cosa ne penso: Racconto breve del "terrore", molto avvolgente e ambientato a Milano. Sarà per lo stile, sarà perchè parla di una zona che conosco benino... mi sono proprio sentito tirato dentro alla storia.

Gordon S. Linoff

 - Michael J. Berry

Data Mining Techniques

Di cosa parla: Cosa è il data mining, adatto al marketing e le vendite
Cosa ne penso: per pensare con una logica diversa

Graham Hancock

Il ritorno degli dei (Magicians of the Gods)

Di cosa parla: in questo libro l'autore aggiunge dei pezzi a quanto raccontato su impronte degli dei
Cosa ne penso: In questo libro l'autore ritratta la parte più debole del lavoro precedente ( la teoria di Hapgood dello spostamento della crosta terrestre) e porta una teoria molto più valida scientificamente che è quella dell’impatto dei meteoriti sul clima sulla terra anche in tempi recentissimi.

André Stern

Non Sono Mai Andato A Scuola

Di cosa parla: Nato e cresciuto negli anni 70, con padre Pedagogo Andrè ci racconta come è riuscito a imparare lingue e molto altro, semplicemente frequentando persone con quell'abilità.
Cosa ne penso: L'autore, figlio di Arnold Stern, uno dei più grossi pedagoghi francesi del dopoguerra, ha avuto un'infanzia particolare e libera... anche per i già particolari e liberi anni 70. Senza aver avuto nessuna formazione formale ha imparato il tedesco, a leggere, a scrivere a fare di conto e molto altro... semplicemente...

Walter Isaacson

Steve Jobs

Di cosa parla: Walter Isaacson ripercorre la storia di Steve Jobs, dalle origini fino alla scomparsa.
Cosa ne penso: Walter Isaacson è un maestro nello scrivere le Biografie, e in questa riesce a rimanere in equilibrio tra l'esporci aneddoti soggettivi e fredda storia, tra pregi e difetti di Steve Jobs e la sua vita in Apple & Pixar. Il quadro che ne esce è impietoso, ma credo che questo...

Jules Collingwood

 - Chris Collingwood

 - John Grinder

The NLP Field Guide, Part 1

Di cosa parla: Due tra i più famosi formatori di PNL Australiani ci propongono un (ottimo) libro di PNL
Cosa ne penso: Uno dei migliori libri di PNL in cui i due co-creatori non appaiono. I Collingwood conoscono la materia (PNL), si sono formati sia con Bandler e Grinder (che fa la prefazione) e sanno scrivere. Il risultato, non scontato, è un libro di PNL che pur essendo adatto anche al principiante...

Robert Anton Wilson

Prometheus Rising

Di cosa parla: Spiegazione di come le nostre menti percepiscolo la "realtà" e di come liberarsi da alcuni di questi filtri.
Cosa ne penso: R.A.W. era un genio nel creare connessioni e vedere pattern. In questo libro parla degli imprinting che abbiamo (frames direbbe qualcuno) e alla fine di ogni capitolo propone degli esercizi per rendercene conto. Libro incredibile: è da rileggere ogni tot anni.

Marshall Rosenberg

Le parole sono finestre [oppure muri]

Di cosa parla: In questo libro Marshall Rosemberg ci insegna il protocollo della Comunicazione non violenta
Cosa ne penso: Curiosa la scelta di trasformare il titolo dall'asciutto e autoesplicativo "Comunicazione non violenta" in Le parole sono finestre [oppure muri]... il libro è comunque molto ben tradotto da persone che hanno portato la CNV in Italia. La comunicazione Non violenta è una modalità di comunicazione estremamente interessante, che si riesce...

Cocooa © 2021
Terms and Conditions  •   Privacy Policy