Cocooa.comMiglioramento personale per chi non cerca scorciatoie
L’importanza del dire Grazie
Foto di Ann H da Pexels
Home » Relazioni, Amore & Seduzione » L’importanza del dire Grazie

L’importanza del dire Grazie5 min read

L'articolo in due parole:

Ho parlato del perdono, della sua importa e di come fare qualche tempo fa. Oggi invece vi propongo un altro video sull’importanza di dire “grazie”.

Ho parlato del perdono, della sua importanza e di come fare qualche tempo fa. Oggi invece vi propongo un altro video (con sottotitoli in italiano) sull’importanza di dire “grazie”. Dura 3 minuti ma come quasi tutti gli speech su TED è di ispirazione. L’autrice è Laura Trice, terapista e coach. Ha creato un modello di miglioramento personale basato sulla scrittura e la musica ed è autrice del libro “How to Work Any 12-Step Program.” E’ anche a capo di Laura’s Wholesome Junk Food, azienda che produce dolci & leccornie varie salutari. Questo il suo sito: http://www.drlauramd.com/.
Anche se non è esattamente lo stesso discorso che fa Laura, il provare gratitudine è molto importante, specie se fate qualche pratica meditativa.
Se invece tenete un diario (e non capisco la ragione di non farlo :-) prendete come abitudine di scrivere,ogni sera prima di andare a dormire, 5 cose di cui siete grati: è rigenerante quanto l’hoponopono.

Prima della trascrizione del discorso vi lascio a una citazione di Albert Clarke.

“In our daily lives, we must see that it is not happiness that makes us grateful, but the gratefulness that makes us happy.”

“Nella nostra vita quotidiana, dobbiamo capire che non è la felicità che ci rende grati, ma la gratitudine che ci rende felici”

— Albert Clarke

Trascrizione del discorso

Grazie ai Ecco la Salve. Sono qui a parlarvi dell’importanza dell’elogio, dell’ammirazione e del ringraziamento e della necessità che questi siano specifici e genuini.

Ho finito per interessarmi a questi temi perché, ho notato in me, crescendo, fino a pochi anni fa, che quando volevo ringraziare qualcuno, fargli i miei complimenti, o accettare i suoi, mi bloccavo.

E mi sono chiesta: “Perché?” Mi bloccavo. E mi sono chiesta: “Perché?” Mi sentivo timida, imbarazzata. E a quel punto la mia domanda diventò: “Sono l’unica a cui succede?” E decisi di indagare.

Sono abbastanza fortunata da lavorare in un centro di riabilitazione, e quindi mi capita spesso di vedere gente fare i conti con la dipendenza. E a volte capita, semplicemente, che la loro più grande ferita sia vedere il padre morire senza aver mai manifestato quanto fosse fiero di loro. Poi vengono a sapere dal resto della famiglia e dagli amici che il padre aveva detto a tutti gli altri quanto fosse fiero di loro. Ma mai direttamente a loro. Che il padre aveva detto a tutti gli altri quanto fosse fiero di loro. Ma mai direttamente a loro. Non sapeva che il figlio avesse bisogno di sentirlo.

Perciò la mia domanda è: “Perché non chiediamo le cose che ci servono?” Conosco un signore, sposato da 25 anni, che non vede l’ora di sentire sua moglie dire “Grazie per aver guadagnato la pagnotta, così che posso stare a casa coi bambini”.

Ma non glielo chiede. Conosco una donna che riesce a farlo bene. Una volta alla settimana, si incontra con suo marito e dice: “Vorrei davvero che tu mi ringraziassi per tutte le cose che ho fatto in casa e coi ragazzi.” E lui, “Oh, questo è fantastico, quest’altro è fantastico” Certo, il complimento deve essere davvero genuino, ma lei se ne prende la responsabilità.

Una mia amica, April, che conosco dall’asilo, ringrazia i suoi bambini per i loro mestieri di casa. E dice: “Perché non dovrei ringraziarli, anche se ci si aspetta li facciano?”

Quindi la domanda è: “Perché io e gli altri bloccavamo tutto questo?” Perché posso dire: “Voglio la mia bistecca al sangue, mi servono delle scarpe taglia sei”, ma non riesco a dire: “Mi faresti i complimenti in questo modo?” E’ perché vi sto dando informazioni sensibili sul mio conto. Vi sto dicendo dove sono insicura. Vi sto dicendo dove ho bisogno del vostro aiuto. E sto trattando voi, la mia cerchia interna di conoscenze, come se voi foste il nemico. Perché… cosa potreste farne di questi dati? Potreste trascurarmi. Potreste abusarne… …oppure potreste soddisfare i miei bisogni.

Ho portato la mia bici in un negozio specializzato — adoro questa cosa — dove fanno il “truing” (registrazione) delle ruote. Il ragazzo mi disse: “Quando le “registri”, la bici migliora molto.”  Quando mi hanno ridato la bicicletta, avevano tolto tutti i più piccoli difetti dalle stesse ruote che ho usato per due anni e mezzo. E ora, la mia bici è come nuova. Quindi sto per sfidare tutti voi. Voglio che aggiustiate le vostre ruote: voglio che siate onesti sul complimento che avete bisogno di sentire. Cosa avete bisogno di sentirvi dire? Andate a casa da vostra moglie, e chiedetele cosa le serve. Tornate a casa da vostro marito e chiedetegli di cosa ha bisogno. Andate a casa, fate loro queste domande e poi aiutate le gente attorno a voi. E’ semplice.

Perché mai dovremmo preoccuparci di questo? Beh, parliamo tanto della pace nel mondo. Perché mai dovremmo preoccuparci di questo? Beh, parliamo tanto della pace nel mondo. Ma come possiamo avere la pace nel mondo tra culture e lingue differenti? Penso che il processo inizi casa dopo casa, sotto lo stesso tetto. Cominciamo quindi a farlo in casa nostra. E voglio ringraziare tutti voi tra il pubblico per essere i grandi mariti, le grandi madri,  amici, figlie, figli che siete. E forse nessuno ve lo ha mai detto, ma avete fatto davvero un ottimo, ottimo lavoro. E forse nessuno ve lo ha mai detto, ma avete fatto davvero un ottimo, ottimo lavoro. Grazie di essere qui, di farvi avanti e cambiare il mondo con le vostre idee.

Grazie. (Applausi).

Foto di Ann H da Pexels

Scritto da
Manolo Macchetta
Unisciti alla discussione

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

4 commenti
  • Ciao, non so perché ma in questo testo ci sono millemila ripetizioni..! Credo che risulterebbe più efficace se fosse possibile leggerlo di seguito e senza dover saltare intere righe.
    Bello questo cocooa però.. l’ho appena “scoperto” e già mi piace. E a tal proposito: grazie :)

    • Ciao Claudia Grazie a te per il commento sul post e su cocooa.com (me ne aspetto altri :-)

      La trascrizione del discorso è cosi come appare nel video e quindi non potevo “saltare le righe”. il mio consiglio è di vedersi il video che ha piu energia della trascrizione

      ciao!!

      m

Cocooa.com