Cocooa.comMiglioramento personale per chi non cerca scorciatoie
Domanda a cocooa: Lo studio della Musica mi impedirà di produrre?
teoria-musicale-creativita
Home » Lettere a Cocooa.com » Domanda a cocooa: Lo studio della Musica mi impedirà di produrre?

Domanda a cocooa: Lo studio della Musica mi impedirà di produrre?3 min read

L'articolo in due parole:

“una volta anni mi fa mi hai detto: se inizi a studiare musica, non produci più nulla.” Ecco le mie opinioni su studio della teoria musicale e la creatività

Riporto uno scambio epistolare con un mio amico di lungo corso…

“una volta anni mi fa mi hai detto: se inizi a studiare musica, non produci più nulla.”

Prima di rispondere, due righe due di contesto.

  • Tempi: Francesco, questo il nome del mio amico è stato, negli anni 90/2000, un mio compagno di musica. Facevamo parte dello stesso ensemble di dj/produttori. Siamo stati tra i primi – al mondo – a girare con il PC e il monitor per suonare i nostri pezzi. Anche se il più delle volte il nostro spettacolo consisteva nel premere dei tasti, far partire la traccia e mettere a tempo i pezzi, venivamo chiamati per suonare “live” perchè avevamo un minimo controllo sull’output, al contrario del dj che poteva solo suonare pezzi pre-registrati. Il nostro genere musicale era Gabba, una nicchia della techno…
  • la mia frase presupponeva anche che si studiasse musica per acquisire le abilità per produrre meglio il suddetto genere.

Adesso che abbiamo il contesto (anni 90, musica techno, studiare per produrre la stessa musica)  possiamo rileggere la frase:

“se inizi a studiare musica, non produci più nulla di techno.

Il perchè della mia convinzione?

La mia convinzione (limitante, personale e superata come scoprirai più sotto) era basata su due pilastri:

  1. lo studio di una materia ti mette (necessariamente) dei filtri nell’apprendimento, ti fa entrare nell’ortodossia e probabilmente rifiutare tutte le produzione al limite / sperimentali come le nostre del tempo. Nello specifico: studiare musica da musicisti che non conoscono ne apprezzano la “techno” probabilmente non è cosi funzionale all’apprendimento della stessa.
  2. che una volta che ti rendi conto di quanto ignorante sei musicalmente non hai più il coraggio di fare cose di cosi basso livello come prima… “cazzo guarda Bach che robe complesse ed eleganti creava in un giorno … e io sono ancora qui a fare una bassline di 2 note e un accent” (vedi le 4 fasi della competenza )

Porto un mio esempio (per chi lo capisce)… ho sempre equalizzato i miei pezzi male, l’ho sempre fatto ma era la norma (anche per pezzi che andavano in radio) ma io non me ne curavo: producevo e spaccavo quando “suonavo”.
Poi negli anni 2000 e arrivata la famosa loudness war… la battaglia su chi riesce a far suonare le proprie produzioni più pulite e alte: appena ho incominciato a pensare all’equalizzazione e qalla qualità sonora le energie della creatività erano imbrigiate dai limiti che mi ponevo per far “suonare bene il pezzo”.

La stessa metafora potrebbe essere fatta quando si scopre quanto bella e profonda è la musica vera, quella suonata con uno strumento…

Veniamo a noi adesso.

sono passati gli anni, la mia capacità analitica è aumentata, ho scoperto il miglioramento personale e questo mi permette di riformulare un po la frase.

il problema NON è che lo studio ti impedisce di produrre techno. Nel MIO caso è che lo studio mi fa rendere conto che sono una capra > il mio stato emotivo peggiora > non sono creativo > non produco un cazzo degno di essere ballato.

Problema di Stato non di conoscenza.

Quindi il problema NON è lo studio ma è un problema di stato. Adesso ho gli strumenti per superare questo quindi probabilmente la frase che ho detto anni fa la modificherei in

“lo studio ti espone a cosi tante idee e input che se dai una parte hai un potenziale enorme, dall’altra potresti sentirti sotto pressione da cosi tante nuove conoscenze e non essere in grado di accedere a uno stato creativo come prima”

presta attenzione al tuo “stato produttivo” adesso e poi assicurati di accedere alle stesse risorse.

Per dirte una, avevo iniziato anche io un corso di chitarra.

Scritto da
Manolo Macchetta
Unisciti alla discussione

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Cocooa.com