Cocooa.comMiglioramento personale per chi non cerca scorciatoie
Marshall B Rosenberg – Le parole sono finestre [oppure muri]
video recensione libro marshall rosenberg - le parole sono finestre
Home » In Libreria » Recensioni » Marshall B Rosenberg – Le parole sono finestre [oppure muri]

Marshall B Rosenberg – Le parole sono finestre [oppure muri]6 min read

L'articolo in due parole:

Marshall B Rosenberg – Le parole sono finestre [oppure muri]. La comunicazione non violenta è un bellissimo protocollo di comunicazione. La Video Recensione

Marshall B Rosenberg – Le parole sono finestre [oppure muri]. Ho parlato di comunicazione non violenta e di questo libro più di 3 anni fa: direi che è ora di fare una recensione e approfondire l’argomento, che reputo molto utile.

Marshall B Rosenberg – Le parole sono finestre oppure muri – Video recensione VIMEO from Manolo Cocooa on Vimeo.

In due parole: di cosa parlaMarshall B Rosenberg – Le parole sono finestre [oppure muri] ?

In questo libro, dal titolo curioso Marshall B Rosenberg introduce il tema della Comunicazione non violenta. Il concetto della comunicazione non Violenta non è di sicuro nuovo, ma il protocollo di Rosenberg è davvero molto potente.

Il libro spiega ogni passo di questo protocollo con precisione, dando tanti esempi

L ho usato in diverse occasioni e si è sempre rivelato assolutamente potente, tanto per sanare discussioni, quanto per essere assertivi senza voler prevararicare il prossimo

I quattro passi della Comunicazione Non violenta sono :

  1. Osservazione Oggettiva dei fatti
  2. Dichiarazione delle sensazioni che questi fatti creano in te
  3. Sensazioni che non vengono “soddisfatte”
  4. Richiesta

Si riescono a risolvere molti conflitti in maniere “dolce” – Nessuno dei due deve cedere ed entrambe le parti si sentono capite, capiscono il prossimo e spesso c’è una risoluzione soddisfacente per entrambi. in un mondo che parla di win-win ma che poi spesso si rivela in un WIN- not lose (se mi permettete la divagazione) il modella della NVC è molto gradito.  Nel libro non ne parla ma nella serie in CD è spiegata molto bene anche la genesi di questo.

marshall-b-rosenberg-le-parole-sono-finestre-oppure-muri-comunicazione-non-violenta-smallcover Autore: Marshall B Rosenberg
Titolo: Le parole sono finestre [oppure muri] – Introduzione alla Comunicazione Nonviolenta
voto: 4 su 5 (consigliato)
Lo trovi su: MacroLibrarsi | Il Giardino dei libri | Amazon.it

Commenti su Marshall B Rosenberg – Le parole sono finestre [oppure muri] in breve

Pro: Il libro spiega i 4 passi con un po esempi pratici

Contro: Ogni tanto “salta dei passaggi” logici e chi ha una modalità di appredimento lineare come me, si può perdere. Usa parole come “empatia” “aprire il cuore” senza definire cosa sono esattamente e anche questo mi ha un po rallentato l’apprendimento – in alcuni punti il mio meta-model detector è suonato :-)

Commenti Finali:  La comunicazione Non violenta è una modalità di comunicazione estremamente interessante, che si riesce a imparare abbastanza facilmente. Anche senza essere super pratici si può utilizzare senza paura di fare dei disastri ( al contrario del metamodello che invece NON può essere usato in ambiente sociale senza averlo imparato prima) – Soppesando i pro e  i contro direi 4 su 5, anche se credo che se uscisse un libro che corregge i difetti – per le MIE modalità di apprendimento – che ho trovato è un 5 su 5.

Trascrizione della video recensione:

ciao a tutti da manolo di cocoa punto com oggi parliamo del libro importantissimo, l’introduzione alla comunicazionenon violenta: marshall b rosenbergle parole sono finestre oppure mri. In questo libro dal titolo curioso leparole sono finestre oppure muri marshall rosenberg e introduce il concetto di comunicazione nonviolental’idea della comunicazione nonviolentaprobabilmente non è nuova ma ilprotocollo che spiega rosenberg inquattro passi è davvero molto potente edavvero molto molto interessante questolibro è stato uno dei primi che holetto e ho e di cui ho parlato su cocoàse guardate da qualche parte in linguasotto probabilmente vedrete i miei animie spunti che ho avuto dopo aver lettoquesto libroe a distanza di annidevo confermare la mia opinioneovvero la comunicazione nonviolenta èun protocollo di comunicazionepotentissimo viene si rifà imparare inmaniera nascosta ovvero basta leggere illibro due o tre volte con attenzionemagari fare quei pochi esercizi cherichiede e automaticamente quandoincominciate a rispondere alle mailoppure quando parlate con delle personevi potrete accorgere di alcuni cambi nelvostro paradigma di comunicazione questosecondo me è la grande potenza dellacomunicazione nonviolenta perchéappunto senza un grosso sforzo apparentesi riescono a ottenere risultatiincredibiliell’articolo che ho già scritto ve loripeto per voi che state guardando ilvideo io dopo la prima letturaavevo lasciato il libro promettendomi dirileggerlo perché non è sempre chiaroin alcuni passaggiquando poi alcuni mesi dopo è horicevuto una mail e di una personaabbastanza arrabbiata e io sono riuscitoseguendo il protocollo in quattro fasiche spiega la persona e non voglio direa capovolgere ila capovolgere le emozioni perché non èquesto lo scopo della comunica dellacomunicazione violenta ma riuscire acomunicare con empatia e quindi riuscirea trovare una soluzione comune cheandasse bene a tutti e duequesto l’ho fatto addirittura in manieraè appunto nascosta non mi ero neancheaccorto aver utilizzato il protocolloche spiegava e soltanto dopo posterioreleggendo melo addirittura credo cheabbiamo fatto notare mi ero accorto cheavevo seguito esattamente il passo dopopasso che spiega quindi questo èsecondo me il grandissimo punto di forzadella comunicazione nonviolenta questolibro in particolare è però ha unproblema secondo me e non è semprechiaro usa un pochino troppo i terminiche se volessimo usare un dei determinipnl generici delle generalizzazioniquindi usa empatia amore aprire il cuoresenza davvero spiegare cosa vuol direcomunicare con empatiaquesto secondo me mi è la cosa che piùmi ha infastidito se così si può direè rallentato nella lettura di questolibrotutto il resto direi che è ottimorosenberg è una persona di buon cuorediciamo si sente che ama il prossimo siè impegnata in cui negoziati moltodifficili anche medio orientelui che comunque è ebreo di nascita equindi devo promuovere questo libro nonriesco a darestelle apposta per ilproblema che ho già detto che il librobenché insegne senza essere precisoalcune volte nella lettura può darefastidio se una persona cerca laprecisione linguistica questo problemaquindi delle parole sono finestre oppureremuri è di sicuro stato risolto in unamiriade di altri libri che sono venutidopoe anche in questo libro che manualepratico di comunicazione inventa nonl’ho fatto tutto è un po pesanterichiede un lavoro di gruppo in molticasi quindi non riesce a far da soloperò un libro che permette di fare unsalto di qualità quindi magari mi faròun’altra recessione un’altra voltaquando lo avrò fatto tutto con i giusticriteri ma è presi insieme quindiquesto per la parte teorica è questoqua per la parte pratica potrebberoessere perfetti per migliorare la vostracomunicazione nonviolentadetto questo ma scialbi rosenbergle parole sono finestre pure muri stelle suda manolo di cocoa punto com

Libri di Comunicazione Non Violenta:

Le Parole sono Finestre (oppure Muri)
Introduzione alla comunicazione nonviolenta

Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere


Il Linguaggio Giraffa - Libro
Una comunicazione collegata alla vita

Parlare Pace
Quello che dici può cambiare iIl tuo mondo

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere


Preferisci Avere Ragione o Essere Felice? - Libro
La forza straordinaria della comunicazione nonviolenta sveltata dal suoideatore

Genitori a Portata di Cuore - Libro
Condividere i doni dell’empatia, della connessione e della scelta

Quaderno d'Esercizi per Comunicare Senza Conflitti con la CNV
Comunicazione non violenta

Crescere nella Fiducia - Libro
Educare i bambini senza premi nè punizioni

Voto medio su 1 recensioni: Buono

 

 

 

  • Voto Finale

Riassunto

La comunicazione Non violenta è una modalità di comunicazione estremamente interessante, che si riesce a imparare abbastanza facilmente. Anche senza essere super pratici si può utilizzare senza paura di fare dei disastri ( al contrario del metamodello che invece NON può essere usato in ambiente sociale senza averlo imparato prima) - Soppesando i pro e i contro direi 4 su 5, anche se credo che se uscisse un libro che corregge i difetti - per le MIE modalità di apprendimento - che ho trovato è un 5 su 5.

4.0
User Rating 0 (0 votes)
Sending
Comments Rating 0 (0 reviews)
Scritto da
Manolo Macchetta
Unisciti alla discussione

Sending

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

1 commento
Cocooa.com