Cocooa.comMiglioramento personale per chi non cerca scorciatoie
Neti Pot: un articolo di apprezzamento.
(c) Pixabay / Suanpa ( https://pixabay.com/en/users/Suanpa-8240904/ )
Home » Miglioramento » Corpo » Neti Pot: un articolo di apprezzamento.

Neti Pot: un articolo di apprezzamento.7 min read

L'articolo in due parole:

Neti pot – Questo è un vero appreciation post sull’uso delle irrigazioni nasali / neti pot. Se non conoscete la pratica del Jala Neti leggi questo articolo e prova anche tu. Costa pochissimo ed è strabiliante. In questo articolo ti racconto i benefici, eventuali rischi, come si prepara (quale acqua, quale soluzione – sale o bicarbonato?), dove comprare il neti pot e tutto quello su cui potresti avere dubbi.

Neti pot – Questo è un vero appreciation post sull’uso delle irrigazioni nasali / Neti Pot. Se non conosci la pratica del Jala Neti leggi questo articolo e prova anche tu. Costa pochissimo ed è strabiliante. In questo articolo ti racconto i benefici, eventuali rischi, come si prepara (quale acqua, quale soluzione – sale o bicarbonato?), dove comprare una Neti Pot e tutto quello su cui potresti avere dubbi.

Intro – ti parlo dei miei umori nasali :-)

Questo inizio 2018 è stato provante per la mia salute. Di solito mi ammalo pochissimo, mentre quest’anno mi sono preso una raffreddata pesante un giorno e mi sono trascinato dietro i postumi per un bel po’ (grazie anche ai miei cuccioli che mi tengono sveglio la notte e mi ungono il giorno).

Conoscendomi abbastanza bene sapevo che a breve sarebbe arrivato il raffreddore massiccio.

Conosco il mio schema: Raffreddata > mal di gola > mal di ossa > raffreddore > finisce il mal di gola > raffreddore devastante (4+ pacchetti al giorno) per x giorni > fatica a dormire > fisico piegato > riposo forzato > guarigione.

Questa volta ho voluto cambiare: ai primi sintomi di peggioramento del raffreddore sono andato ai ripari.

Il mio esperimento? Riposo e Neti Pot.

I risultati? Strepitosi. Tanto strepitosi che ho deciso di dedicare questo articolo alla Neti pot, contravvenendo alla regola del “testa per un anno prima di postare su cocooa.com”

Cosa è la Neti pot?

Se non sai di cosa sto parlando, la  Jala Neti (lavaggio o irrigazione nasale) è un tecnica antichissima che si è sviluppata in india e nel sud dell’asia. In sanscrito, Jala Neti significa letteralmente: “pulizia nasale con acqua”.

La Neti Pot è lo strumento (quello a forma di lanterna) che permette di fare i risciacqui pulendo muco e polline e aiutando nella cura di sinusiti e mal di testa associati, semplicemente utilizzando una soluzione di acqua e sale /bicarbonato.

In occidente, da ignorantoni, confondiamo l’attrezzo con la pratica, ma è Ok così.

Prima di provare ovviamente ho fatto una ricerca su youtube per capire meglio il funzionamento, e cercato sui canali abituali (gruppi facebook, blog di cui mi fido): ho trovato intere comunità di youtubers che mostrano come lo utilizzano.

I benefici del Jala Neti

Wikipedia riporta tra i numerosi benefici della pratica vi sono la prevenzione ed il trattamento di:

  • sinusite
  • raffreddore
  • rinorrea
  • rinite allergica
  • alitosi
  • tosse
  • mal di gola

Impatto psicologico

Ma il bello della Neti Pot, ed è la ragione per cui mi piace davvero, è che immediatamente ci si sente puliti…

Si respira bene da subito! E dal naso!  Non c’è che dire, è una sensazione fantastica. Andare a letto potendo respirare e sapendo che si dormirà bene ha un impatto davvero forte sulla guarigione.

Domandone: Non da’ fastidio?

“Manolo, ma sei pazzo, quando sono al mare e mi entra l’acqua nel naso mi irrita le mucose per un’ora, come puoi anche solo pensare che io possa fare questo?”

La cosa magica del Jala Neti è che se si fa il risciacquo con una soluzione salina (o anche basica, come il bicarbonato) il naso non da quei fastidiosissimi sintomi di “acqua nel naso”

Ma è sicuro?

Come al solito l’ultima parola sta al tuo medico, quello che ho trovato è che un uso improprio della Neti Pot e degli altri sistemi può aumentare il rischio di alcuni tipi di infezioni, ma generalmente la pratica non presenta rischi.

Per uso improprio intendo:

Tutti i sistemi di risciacquo nasale utilizzano, come abbiamo visto, una soluzione salina per il trattamento di sinusite, influenza e allergie. Ma bisogna stare attenti. Come avverte la U.S  Food and Drug Administration (FDA), un uso improprio della Neti Pot e degli altri sistemi può aumentare il rischio di alcuni tipi di infezioni.

Uso Corretto della Neti Pot

Ma cosa vuol dire “uso corretto”?

Per prima cosa utilizzare solamente  acqua distillata sterile o acqua fatta bollire.

Poi ricordati di utilizzare una soluzione.

  • Lavare e asciugare accuratamente le mani
  • Controlla che la Neti Pot sia pulita e completamente asciutta
  • Prepara con cura la soluzione salina. O comprala pronta all’uso.
  • Lava e asciuga la Neti Pot dopo ogni utilizzo

Alla fine come tutte le cose non bisogna esagerare.

Bisogna tenere in considerazione che è un trattamento invasivo che sicuramente porta dei benefici se fatto con cura e precisione.

Come si fa il Jala Neti / Neti Pot

Netipot-plumeria-3207875_1280

Il processo è molto semplice:

  1. Pulizia della Neti pot
  2. Preparazione della soluzione
  3. Risciacquo
  4. Pulizia della Neti pot

Passo 1 Pulizia Neti Pot

L’ho scritto sopra, e mi ripeto: pulizia dell’irrigatore nasale sopratutto

Passo 2 Preparare la Soluzione adatta per la Neti Pot

Serve una soluzione acqua + sale, oppure acqua + bicarbonato, oppure acqua+sale+bicarbonato.

Acqua: Temperatura e tipi di acqua utilizzabili

  1. Acqua distillata o sterile. La puoi trovare facilmente al supermercato.
  2. Bollire per 3-5 minuti l’acqua di rubinetto. Mi raccomando falla raffreddare a temperatura ambiente prima di agire – Come insegna la legge del biberon testa la temperatura col gomito e non con la mano / braccio… meglio un filo fredda che calda.
  3. (opzionale) Filtrarla con un filtro apposta per intrappolare gli organismi indesiderati.

E l’acqua in bottiglia?

L’acqua in bottiglia non va bene perché non è sempre adeguatamente filtrata e trattata. Alcune acque contengono batteri e protozoi, e anche qualche ameba, che va benissimo se la beviamo perché i nostri succhi gastrici sono delle potenze. Ma nel naso la musica cambia. Questi organismi possono insediarsi nelle pieghe nasali e potenzialmente favorire delle infezioni.

Soluzione di Sale o di Bicarbonato?

Io uso entrambi sia singolarmente che in combinazione.

  • Per il sale prendere quello  non iodato che si trova al supermercato, basta prestare attenzione alla confezione.
  • Per il bicarbonato va benissimo quello del supermercato.

Soluzione Ipotonica / ipertonica: Cosa vuol dire?

Una soluzione con il 0.9% di soluzione salina equivale alla percentuale che ha il sangue umano e viene definita isotonica. Questa soluzione non esercita alcun effetto osmotico e non dovrebbe irritare per nulla le mucose. Si può anche testare assaggiando l’acqua.

Con il lavaggio nasale si possono usare anche soluzioni ipertoniche. La soluzione salina ipertonica va a provocare naturalmente una secrezione di acqua richiamando per osmosi i liquidi in eccesso dalla mucosa nasale, in questo modo, la soluzione ipertonica diluisce il muco viscoso accumulato sulla mucosa; il muco diventa meno denso, più fluido e così sarà più facile da espellere. Inoltre, la soluzione salina ipertonica normalizzare le cellule edematose. Questa soluzione è meno gentile con le nostre mucose.

Quanto spesso ?

L’irrigazione nasale con soluzione salina isotonica può essere eseguita su base quotidiana: il passaggio del liquido va a rimuovere, dalla cavità nasale, il muco, i contaminanti e gli allergeni respirati. Si tratta di una pratica di buona igiene quotidiana, ottima per la prevenzione di congestioni e allergie. – Prima di iniziare la pratica quotidiana, fate dei piccoli test e per ogni domanda chiedete al vostro medico.

Come fare i risciacqui nasali

E’ molto più facile farlo bene che sbagliare, ma in ogni caso:

  1. Appoggiati al lavandino, inclina la testa
  2. Posiziona il beccuccio della Neti Pot nella narice destra, facendo in modo che non ci siano spazi e se possibile in linea con il passaggio.
  3. Tieni la bocca semi-aperta, respira lentamente
  4. Dopo qualche secondo ( o decina di secondi se siete carichi di raffreddore) l’acqua dovrebbe iniziare a fare breccia, se non passa alza la Neti Pot, cosicché aumenti un po’ la pressione.
  5. Fai fluire l’acqua per 30 secondi (circa metà acqua)
  6. Prima di cambiare lato, soffia fuori gentilmente l’acqua e il muco da entrambe le narici. Soffiare forte potrebbe causare il riflusso nelle orecchie e nei seni nasali.
  7. Prendi qualche secondo di Pausa
  8. Ripeti la procedura, inclinando la testa dall’altra parte, con l’altra narice.
  9. Fine

Domanda: Posso ripeterla due volte?

Personalmente, quando lo faccio come “cura”, lo faccio due volte per narice (destra, sinistra, destra, sinistra) ma il più delle volte non è necessario.

 

Quanto costa una Neti Pot

Il primissimo esperimento è stato fatto con una bottiglia di plastica a cui avevo fatto un buco e un beccuccio Risultati mediocri, grosso sbattimento.
Poi mi sono preso una Neti Pot di plastica che ho trovato su Amazon ( qui ) a poche unità di euro.

Dopo di questa ho preso una Neti Pot di ceramica comprata in un negozio specializzato (intorno ai 10 euro):

Fonti:

Come al solito, dato che non ho la scienza infusa, ho preso le informazioni da internet e da conoscenti. Ecco i link

Scritto da
Manolo Macchetta
Unisciti alla discussione

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Cocooa.com