Produttività, Lavoro & Imprenditoria

Quanti soldi servono per essere felici? (suggerimento: è MOLTO meno di quanto pensi)

image: pexels-reynaldo-brigworkz-brigantty-747113

I soldi non fanno la felicità - frase fatta che probabilmente nasconde più verità di quanto sembri. Ci sono vari studi che hanno dimostrato che esiste un range specifico che ottimizza la felicità.

In questo articolo prenderò i tre principali che, come scoprirete, concordano pure coi numeri e in chiusura darò alcuni consigli che sono venuti fuori sia per arrivare alla soglia minima sia degli accorgimenti per evitare di entrare in una rat race come la precedente ma più costosa.

Quanti soldi servono per essere felici?

La risposta breve? Tra i 50 e i 95mila dollari... anche se non è così facile, ovviamente.

Andiamo con ordine:

  • Il termine "felicità" è estremamente ampio, per dirla in termini Pnlleschi "non è sensorialmente basato" quindi non solo la felicità descritta nei 3 studi può non essere la stessa, ma ancora più probabilmente la felicità di una persona non si esplicita nello stesso modo della felicità di un altro.
  • Tutti gli studi hanno confermato che: guadagni minori non causano l'infelicità di per sé, ma rendono i problemi presenti più pesanti da sopportare.
    Se sei divorziato e gudagni meno di 1000 $ /mese è molto probabile che tu sia stressato giorno dopo giorno (la soglia di povertà in Usa è 1800 $ per famiglia da 4). Stress che invece si riduce tantissimo se ne guadagni più di 3000.
    Lo stesso vale anche con malattie fisiche

(nota: userò la lettera K per indicare le migliaia, quindi per esempio 10K € sono diecimila euro.

Il limite inferiore della felicità: 50000$

Al Marist Institute for Public Opinion hanno fatto uno studio in cui viene fuori chiaramente che c'è una grossa differenza di "felicità" tra chi guadagna meno di 50K euro e chi di più.

Fatto 1: 50.000 sembra quindi la cuspide tra il godersi di più la propria vita, gli amici, gli hobby e l'insoddisfazione di non avere abbastanza soldi.

75000 $ è un corretto indicatore di  felicità

Secondo uno studio precedente a cura dell'Università di Princeton questo valore era intorno ai 75K . Superata quella cifra, l'incremento di felicità perdeva molto la sua correlazione con l'aumento dello stipendio. Questo vuol dire che guadagnare 90K è meglio che guadagnarne 75K, ma la differenza è minore che tra 65 e 75K per esempio.

Come possiamo inquadrare questi 75000 quindi?

Come detto nell'introduzione, i guadagni minori non causano l'infelicità di per sé, ma rendono i problemi già presenti più pesanti da sopportare.

Quando però si arriva a 6000 e rotti dollari al mese (i famosi 75K) i problemi individuali sembrano pesare molto meno.

Dopo i 75K sembra che le ore aggiuntive che si impegano per lavorare non valgano più la differenza di guadagni.

Dopo i 95K sembra che ogni oncia di energia spesa in più causi infelicità.

Lo studio non ci dice le ragioni ma i ricercatori scoprono l'acqua calda: "a quella cifra hai abbastanza denaro per vivere esperienze che ti fanno sentire bene."

Il limite superiore dei 95000 euro

La Purdue University e l'università della Virginia, aggiungono un altro tassello. A 95k si raggiunge il picco di soddisfazione personale, mentre se si cerca il benessere è meglio abbassare un po' il tiro, nel range tra i 65-75K

Questo studio è particolarmente interessante perchè ha una base statistica estremamente ampia (1.7 milioni di persone in 164 nazioni)

Perchè superare i 95K potrebbe non essere la migliore idea se vuoi essere più felice?

Quello che hanno scoperto gli psicologi di questo studio è che dopo i 95K il livello di soddisfazione incomincia a diminuire.

Il perchè? Sembra che 95K sia il livello ottimale di soddisfazione bisogni: guadagni abbastanza per i tuoi bisogni base, puoi toglierti qualche sfizio, viaggiare e metti anche da parte qualche soldo.

Quando superi questo punto incominci a giocare un altro gioco: raccolta di status simbol, raffronto sociale sempre più alto, invidia... e nesssuna di queste cose ti fa particolarmente bene.

Quindi cosa possiamo desumere da questi 3 studi?

Il denaro è un fattore importante, ma non l'unico. Un altro creatore di felicità è come ci confrontiamo con gli altri. Se cambiamo troppo i nostri modelli di riferimento, solo perchè la pressione dei pari ci impone di farlo, ci stiamo danneggiando.

Se viviamo continuando a confrontontare quello che abbiamo con quello che hanno gli altri, è  provato che il tasso di felicità ne risente.

E' chiaro che le cifre indicate sono indicative per una famiglia di classe media o medio bassa.  Con 75mila euro siete usciti - parzialmente - dalla rat race. La rat race è  assimilabile alla corsa del criceto dentro la ruota: corri quanto vuoi ma non ne uscirai mai se continui a correre dritto.
Quel meccanismo che ti porta a correre per consumare cose solo perchè "è così che si fa", solo perchè la Tv, i famigliari e i tuoi pari reputano normale farlo è a tutti gli effetti la versione per esseri umani della ruota del criceto.

Non entrare in una nuova rat race

E' probabile che, se aumentate le vostre entrate, magari cambieranno anche i riferimenti e gli amici. Cambia lo stile di vita... e taac! In un istante siete entrati in una nuova ruota del criceto. Certo, è più luminosa e più glamour... ma sempre una ruota da criceto rimane.

Con l'aggravante che questa costa molto di più.

Cosa tenere a mente quindi?

Livello di spesa

Non dimentichiamoci quindi di tenere sotto controllo il livello di spesa: anche se non lottiamo per la sopravvivenza è utile capire cosa sta succedendo.

Reality Check

Hai il grano, ma sei invidioso della barca di calciatore o della vita di qualche influencer che segui su Facebook o instagram?
No buono, amigo.  Metti il Like  poi cambia pagina.

Testa il cambio di lifestyle.

Vuoi la macchinona? La casa nuova? I lussi che il tuo nuovo budget ti permetterebbero?

Sei sicuro di volerlo? Starai ancora bene con te stesso quando nonostante i guadagni interessanti sei tornato in modalità sopravvivenza a causa delle spese?

No? Lo immaginavo. Fai un test di un paio di mesi, e poi torna indietro e capisci se ne valeva la pena.

Cosa possiamo portarci a casa da questi studi.

Senza tenere conto del valore effettivo (50K in Usa sono più o meno di 50K in italia?) ecco cosa possiamo tenere a mente:

  1. Il denaro è un alleviatore di tribolazioni
  2. Il denaro allevia le suddette tribolazioni solo fino a una certa soglia, dopo di che il "dolore" del guadagno fa scendere la felicità
  3. Il valore del denaro cambia in base a quanto ne hai
  4. Il denaro è la rappesentazione delle energie che abbiamo investito. Scambiamo tempo ed energie per denaro sapendo che possiamo scambiarlo per il tempo e le energie di altre persone.
  5. Ogni Euro che entra dopo una certa cifra ha un valore minore rispetto all'euro precende, perchè ci porta del valore marginale minore.
  6. A un certo punto, tutto sommato basso, il tempo vale più del denaro

Piano di conquista

Ok, vuoi arrivare a 50K euro l'anno. Cosa devi fare?

Impara a comunicare meglio

Il tema è larghissimo ma direi che:

  • Essere in grado di fare domande di precisione sia importante
  • Essere in grado di negoziare sia altrettanto importante

Nuove fonti di reddito

Va di moda parlare di reddito passivo, che passivo poi non è dato che di solito ci si fa un culo quadro a preparare tutto :-)

Non sarò io quindi a consigliare delle fonti di reddito passivo, ma di sicuro pensare a fonti di reddito (anche piccole all'inizio) alternative è un'ottimo esercizio.

Aprire un blog, fare un secondo lavoro su Upwork, aprire un lavoro di consulenza parallelo a quello di ufficio.

Impara nuove abilità

Nell'articolo in cui ho riportate le mie note del libro "Deep Work" è chiaro che le abilità che verranno davvero pagate in futuro sono le abilità che un computer (o il primo ragazzino con un computer che pasa) NON può fare.

Impara a gestire le finanze

Ultimo ma non ultimo: se hai le mani bucate e non sai nemmeno come spendi quei soldi, magari inizia a migliorare la gestione dei tuoi soldi

Abitudini da Ricco e abitudini da povero.

Qualche tempo fa ho fatto un articolo intitolato " 21 cose che le persone ricche fanno (e i poveri  no)" ti consiglio di leggerlo insieme a questo.

Testo: I soldi non fanno la felicità significa “l’accumulo senza senso di denaro porta a una diminuzione della felicità”.?Non significa “se vivi sotto la soglia di sopravvivenza devi essere felice di vivere anche senza soddisfare i bisogni primari ”
Testo: I soldi non fanno la felicità significa “l’accumulo senza senso di denaro porta a una diminuzione della felicità”.Non significa “se vivi sotto la soglia di sopravvivenza devi essere felice di vivere anche senza soddisfare i bisogni primari ”

Link

Scritto da Manolo Macchetta

Affascinato dalle potenzialità del cervello rimane folgorato dall'uscita di MEMO, nel 1992. Soltando 10 anni dopo inizia però a studiare altre discipline. Nel 2008 apre il suo blog di Content Curation, Cocooa.com e poco dopo anche il portale per sport di lotta e MMA Grappling-italia.com

Scopri tutti gli articoli scritti da manolo su cocooa.com , Grappling-italia.com, TantraMarketing.it ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cocooa © 2021
Terms and Conditions  •   Privacy Policy