Cocooa.comMiglioramento personale per chi non cerca scorciatoie
Riflessologia: un massaggio alle mani in auto applicazione
Riflessologia-massaggio alle mani
Home » Miglioramento » Corpo » Riflessologia: un massaggio alle mani in auto applicazione

Riflessologia: un massaggio alle mani in auto applicazione4 min read

L'articolo in due parole:

Stefano Lombardi di spiega una facile massaggio in auto applicazione, derivato dalla riflessologia che si può (deve) fare dopo una giornata in ufficio.

Stefano Lombardi di spiega una facile massaggio alle mani in auto applicazione, derivato dalla riflessologia che si può (deve) fare dopo una giornata in ufficio.

Riflessologia-massaggio alle mani

Conosco Stefano Lombardi da un po di anni ormai ed è da moltissimo tempo che ci eravamo promessi uno scambio di applicazioni (la Perla Nera della Medicina Energetica per dei Massaggi di riflessologia, tecnica in cui Stefano è diplomato e praticante nei suoi studi a Milano ): Gli ho chiesto di raccontarmi cosa fosse le riflessologia e se aveva un esercizio veloce da consigliare ai lettori di cocooa.com.
Mi manda un articolo, che merita di essere letto… Se vi interessa potrei chiederli ti fare una mini-rubrica chiamata Attimi di Riflessologia.

Stefano Lombardi gestisce il sito http://www.piedifelici.it/ in Via

Riflessologia post-ufficio: ?trattamento PCO (Plesso solare, Cervello, Occhi)

Se la vostra giornata tipo è caratterizzata da telefoni che squillano, occhi incollati al monitor per oltre otto ore, il capo-ufficio che urla nevoso e la stampante che si “inceppa” sempre quando serve, allora quanto stiamo per mostrare potrebbe tornarvi molto utile.??Siete finalmente fuori dall’ufficio, seduti in auto o metropolitana per il rientro a casa. È il momento di agire, non statevene con le mani in mano! Utilizzate questo prezioso tempo per un auto-trattamento di riflessologia della mano! Vi aiuterà a tornare a casa un po’ meno stanchi e sicuramente più sereni.

Per questo semplice ma efficace trattamento, andremo subito “al sodo”, saltando preliminari e molte spiegazioni che approfondiremo in altra sede.?I punti riflessi che prenderemo in considerazione sono: plesso solare, cervello, occhi. La correlazione tra questi punti è molto stretta, se pensiamo che il terzo Chakra, quello del plesso solare, ha come organi correlati gli occhi. Inoltre tra i dodici paia di nervi cranici, ci sono il nervo ottico adibito al senso della vista e il nervo oculo-motore, che si occupa dei movimenti dell’occhio, della messa a fuoco, della dilatazione/restrizione della pupilla e altre funzioni di accomodazione della vista. Capite quindi come tutto è perfettamente in stretta relazione e come sia semplice minacciare lo stato di equilibrio che caratterizza il nostro stato di salute e benessere.

Di seguito un’illustrazione con in evidenza i punti riflessi in oggetto.

Riflessologia Autoapplicata-LEZ_001_IMG_001

Anche se non siete dei professionisti della reflessologia plantare, potete agire principalmente sui punti indicati dalle illustrazioni seguenti con buoni risultati. Allora si comincia!

Punto uno: respirare

Se possibile allentate cinture, pantaloni, cravatte e fate alcuni respiri profondi, lenti, riempiendo l’addome e il petto e lasciando andare dolcemente e a fondo, fino a svuotare completamente i polmoni. Durante l’inspirazione ascoltate il respiro entrare dalle narici e riempire il vostro corpo con ossigeno e nuova energia (prana). Quando espirate, fatelo in modo lento e continuo, controllato. Inspirazione ed espirazione devono essere silenziose e non forzate. Ripetete quindi questa respirazione per almeno tre volte, e quando vi sentite pronti, passate al punto successivo.

Punto due: presa delle mani

Prendete delicatamente la vostra mano sinistra nel palmo della destra, con estrema gentilezza ed osservatela come non avete mai fatto prima. Riprendete consapevolezza del vostro corpo, dei vostri arti.? Riflettete su quanto lavoro, quanta espressività, quante carezze e amore avete potuto esprimere attraverso le vostre mani. Siate gentili e premurosi, come fossero le mani di una persona a voi cara che ha bisogno del vostro aiuto.

 

Punto tre: il trattamento vero e proprio

Riflessologia Autoapplicata-LEZ_001_IMG_001Per cominciare, andiamo a lavorare il punto riflesso del Plesso Solare. Questo punto, corrispondente al terzo Chakra, è un punto vitale dell’organismo. E’ il centro di tutte le sollecitazioni fisiche ed emozionali che dipingono la storia dell’individuo. Agire quindi con molta delicatezza su questo punto, con un movimento lento e rotatorio in senso anti-orario. ?Per trovare questo punto è necessario estroflettere il dito medio della mano sinistra e col pollice della mano destra scivolare sotto la sporgenza dell’articolazione metatarso-falangea, proprio nella piccola conca che si viene a creare conseguentemente al sollevamento dell’articolazione. Procedere con la digitopressione rotatoria per qualche decina di secondi, a vostra discrezione, poi passate allo stesso punto sulla mano destra, ma con movimento rotatorio in senso orario.

 

 

Riflessologia Autoapplicata - punti riflesso del cervelloAndiamo ora a trattare i punti riflessi del cervello, situati sulle estremità delle quattro falangette e falangina del pollice. Lavoreremo con digitopressioni lente e profonde in senso discendente per decongestionare l’attività intellettuale che ha riempito la nostra giornata lavorativa. La scelta del numero di passaggi e l’intensità della pressione sui punti sono soggettivi, ma io consiglio di arrivare a fermarsi con la pressione, appena prima della soglia di dolore. Anche in questo caso una volta terminato il trattamento sulla mano sinistra, passeremo alla destra.

 

 

 

 

Riflessologia Autoapplicata-LEZ_001_IMG_001LEZ_001_IMG_004Prendiamo in oggetto ora i punti riflessi degli occhi. Dopo tutte le sollecitazioni visive a cui siamo sottoposti, regaliamo loro un piccolo trattamento rilassante, con passate e digitopressioni seguendo il senso delle frecce nell’illustrazione. È bene andare a lavorare sulla superficie delle dita, coprendo scrupolosamente ogni millimetro di pelle. Anche qui ripetere più volte e poi passare alla mano destra.?A termine del trattamento, sciogliere la presa delle mani in modo dolce, con una carezza e un sentimento di affetto verso noi stessi.

 

 

Dopo questo piccolo auto-trattamento, arriverete a casa un po’ meno stanchi e, mi auguro, più felici e rilassati, pronti per la serata che vi aspetta.

Autore: Stefano, reflessologo plantare?Sito: www.piedifelici.it

Scritto da
Manolo Macchetta
Unisciti alla discussione

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

1 commento
Cocooa.com