Come usare “Il metodo del Tabellone” di Seth Godin per chiedere qualunque cosa e avere una risposta positiva.

Scroll this
Niente può fermare un uomo con la giusta attitudine mentale a raggiungere i propri obiettivi;
Nulla al mondo può aiutare una persona con l’attitudine mentale sbagliata.
– Thomas Jefferson

Ho letto un articolo chiamato “The Bingo Method” sul blog del sempre verde Seth Godin. L’articolo è molto breve ma va diretto al punto: mi ha colpito molto la semplicità di applicazione e l’impatto immediato che ha.

L’ho subito testato su un paio di miei progetti e dato che mi era piaciuto l’ho proposto ad due miei clienti di lunga data che hanno delle belle idee di business… e poco’altro oltre alle idee stesse :-)

Il sistema è molto bello perchè lavora su due fronti:

  1. Eviti di essere sopraffatto da tutte le cose che devi fare per il nuovo progetto
  2. Ti farà chiedere aiuto in maniera più specifica, in effetti triplicando le possibilità che l’interlocutore accetti di aiutarti.

In questo articolo ti presento il contesto in cui vedo utilizzarlo, l’articolo originale, ti darò la possibilità di scaricare un pdf con la tabella pre-compilata e in futuro -se la cosa ha un senso – espanderò l’applicazione del modello dal business al miglioramento personale.

Il contesto

Antefatto: molto più spesso di quello che tu possa pensare vengo contattato da persone (amici di amici, amici di clienti) che hanno una bell’idea di business: alcune volte è innovativa, altre va a coprire una nicchia specifica che è scoperta.

Queste persone vogliono far diventare un’idea un progetto. “ho questa vaga idea di qualcosa che potrebbe funzionare, mi aiuteresti?
Dato che ormai ho una buona esperienza la prima domanda che faccio è: “Quante risorse hai per portarlo a compimento?
Lascio la parola “risorsa” vaga perchè non intendo specificatamente che tipo di risorsa:
  • soldi, ma anche
  • tempo,
  • energie,
  • capacità tecniche,
  • voglia di fare.
Questa semplice domanda è di solito un interruttore di stato molto potente.
Molti si ritirano dal potenziale progetto prima ancora di partire perchè si sentono schiacciati dal numero di cose necessarie: i famosi blocchi computazionli 7+-2 di Miller vengono riempiti velocemente.
Da un lato è Ok per me, così evito di lavorare a vuoto, da un’altra parte so che si poteva fare meglio, perchè alcuni di questi progetti hanno davvero potenzialità e non vederli nemmeno pertire è un peccato.
Qualcuno di loro ha un budget per far partire un progetto di test e anche a fronte di risultati positivi si rende conto di non avere tempo ed energie per seguirlo.
Ad aiutarci arriva Seth Godin con quello che lui chiama “Bingo Method“, metodo della tombola, capirai sotto il perchè

Il metodo del Tabellone

Prendiamo la Tombola. E’ un tavola con una tabella in cui ci sono dei numeri da spuntare per vincere
Similmente, facciamo una griglia 9 x 3, un totale di 27 quadri. Il nostro scopo è di riempire il più quadrati possibili (sia con la voce “risolto”, che “in progress”, “ricerca” e anche “aiuto necessario”) prima di cercare aiuto. Molto spesso ci si beccano le porte in faccia perchè la richiesta di impegno che si fa è troppo grande perchè una persona la accetti a freddo.
Diverso è se qualcuno viene da me dicendomi: “Manolo, ho questa idea X, ho il target potenziale in mente e conosco 3 canali per raggiungerlo, ho un budget di Y per fare dei test, posso dedicare K ore alla settimana, sto anche controllando i risvolti legali con il commericalista. Quello che mi manca totalmente e per cui ti sto chiedendo aiuto è la parte di marketing, un sito, e le skill per comunicare il progetto.”
A tutti gli effetti questa seconda proposta è molto più difficile per me da rifiutare, anche se probabilmente hai dedicato soltanto un paio di ore (o forse meno) per riempiere il tabellone. Due ore di introspezione per massimizzare le possibilità di far partire il proprio progetto. Come vedi adesso questo metodo dal nome osceno?
Grazie al metodo del tabellone hai mostrato di aver sì un’idea, ma anche di capire i potenziali problemi alla base del progetto, capito le parte mobili e individuato le risorse necessarie. Alla fine hai fatto una domanda molto più facile.

Scaricare i Pdf da stampare

Link e Risorse

Submit a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares