Gestione del Tempo

Il Multitasking deve Morire

“Fare due errori nello stesso momento non  è multitasking”
- Dick Masterson

Hai mai sentito le frasi: “è molto bravo nel multi-tasking” – ” riesco a fare due cose insieme senza problemi” oppure - orrore – leggere una descrizione di una posizione di lavoro che richieda il multitasking?

Se sei come me, che – di solito – provo le cose più volte prima di avere un’opinione, ti sarà sorta questa domanda: “Il Multitasking è davvero l’arma segreta dei più produttivi oppure c’è altro dietro?”

Personalmente sono in grado – come ogni essere umano – di eseguire due o più cose nello stesso blocco di tempo, ma con che risultati? E le persone che affermano di essere in grado di fare multitasking (o addirittura cercano persone che credono di esserne capaci per assumerli in ufficio) hanno mai misurato i risultati alla fine di una giornata in cui si lavora con profondità su una cosa alla volta e una in cui si lavora a più cose in contemporanea?

Lo scopriremo in questo articolo (per i più pigri: il multitasking è un mito, e saltare da un compito all’altro abbassa la produttività) così come scopriremo qualche tecnica per arginare questa piaga o per lo meno fare buon viso a cattivo gioco

Cosa è il multitasking

Il multitasking umano è quella abilità (vera o presunta) di compiere uno o più compiti / attività in un breve periodo di tempo. Un esempio di multitasking è rispondere al telefono mentre si scrive una mail o si legge un libro

Perchè il multi-tasking danneggia il funzionare del tuo cervello

Probabilmente hai sentito dire che il multitasking non è funzionale, ma nuovi studi dimostrano che limita le tue prestazioni e può persino danneggiare il tuo cervello.

Danno cerebrale da multitasking

Una ricerca condotta presso la Stanford University ha scoperto che il multitasking è un sistema meno produttivo rispetto a quello di fare una sola cosa alla volta.

Si pensava che i danni al cervello derivanti dal multitasking fossero temporanei, ma nuove ricerche suggeriscono il contrario. I ricercatori dell'Università del Sussex nel Regno Unito hanno scoperto che chi pratica sempre il multitasking ha una minore densità cerebrale nella corteccia cingolata anteriore, una regione responsabile dell'empatia e del controllo cognitivo ed emotivo.

La preoccupazione dei neuroscienziati che studiano il funzionamento del cervello è che la nostra tendenza a dividere la nostra attenzione, piuttosto che concentrarci, sta ostacolando la nostra capacità di svolgere compiti anche semplici. Ciò può avere un impatto estremamente negativo su:

Attenzione

Il multitasking è associato a una ridotta attività nelle regioni del cervello importanti per l'attenzione, nonché a prestazioni più scarse.

Apprendimento

Un adagio del 1700 afferma: “C'è abbastanza tempo per tutto nel corso della giornata, se fai solo una cosa alla volta. Ma non c'è abbastanza nell'anno, se farai due cose alla volta. " Più facciamo multitasking, meno siamo in grado di realizzare qualcosa, perché perdiamo lentamente la nostra capacità di concentrarci abbastanza da imparare, e l'attenzione è essenziale per l'apprendimento.

Sono necessarie ulteriori ricerche per determinare se il multitasking sta davvero danneggiando fisicamente il cervello, ma è ormai chiaro che il multitasking ha effetti negativi.

Multitasking e carriera corrono su due binari paralleli.

Ti è mai sembrato di produrre meno quando fai il multitasking? Non lo stai immaginando. In effetti, Larry Kim, fondatore e CEO della società di marketing Facebook Messenger di Boston MobileMonkey, sottolinea in un articolo di Observer che facendo più cose contemporaneamente in realtà stai facendo del male al tuo cervello.

Il multitasking riduce l'efficienza e le prestazioni perché il cervello può concentrarsi solo su una cosa alla volta. Quando provi a fare due cose contemporaneamente, il tuo cervello non ha la capacità di eseguire entrambe le attività con successo.

Non sei in grado di organizzare i tuoi pensieri o filtrare le informazioni non necessarie. Di conseguenza, la tua efficienza precipita, così come la qualità del tuo lavoro ne risentono inevitabilmente.

Il multitasking abbassa il QI

In effetti, uno studio presso l'Università di Londra ha rivelato che i soggetti che praticano il multitasking durante l'esecuzione di compiti ad alta intensità hanno dimostrato una caduta del QI simile a quella delle persone che sono private del sonno o fumano marijuana. Secondo alcune ricerche, il multitasking può effettivamente abbassare il nostro QI di ben 10 punti, abbassando i nostri punteggi alla media di un bambino di 8 anni.

Quindi la prossima volta che scrivi una mail al tuo capo durante una riunione, ricorda che la tua capacità cognitiva viene ridotta al punto che potresti anche lasciare che un bambino di 8 anni lo scriva per te.

Non sei ancora convinto? Il multitasking è anche collegato all'aumento della produzione di cortisolo, un ormone dello stress che ci fa sentire stanchi quando abbiamo bisogno di energia per concentrarci. Una volta iniziato il multitasking inoltre, è difficile smettere.

Ogni volta che completiamo un piccolo compito - invio di email, tweet, ecc. - i nostri cervelli vengono fatti esplodere con una dose dell'ormone della ricompensa dopamina. Ci si sente bene, il che significa che è probabile che continuiamo a rimbalzare avanti e indietro tra obiettivi piccoli e non importanti senza ottenere risultati importanti. E anche se abbiamo dedicato del tempo per approfondire un progetto che richiede tempo, la semplice conoscenza di una nuova e-mail o di un testo in agguato nelle nostre caselle di posta può farci distrarre.

Il multitasking è impossibile

Per quasi tutte le persone, in quasi tutte le situazioni, il multitasking è impossibile. Quando pensiamo di essere multitasking, molto spesso non stiamo realmente facendo due cose contemporaneamente - ma semplicemente, singole azioni in rapida successione.

La neuroscienza è chiara: siamo cablati per essere mono-tasker. Uno studio ha scoperto che solo il 2,5% delle persone è in grado di praticare il multitasking efficacemente. E quando il resto di noi tenta di svolgere contemporaneamente due attività complesse, è semplicemente un'illusione.

Provare più di una cosa alla volta - specialmente qualsiasi cosa potenzialmente pericolosa, come mandare SMS durante la guida - compromette seriamente la nostra capacità di completare i compiti in sicurezza e bene. Altrettanto importante, passare ripetutamente da un progetto all'altro può compromettere la nostra capacità di lavorare e pensare al meglio.

Ricordalo la prossima volta che affronti due compiti difficili contemporaneamente.

Cosa fare quindi?

Come possiamo spezzare questo insidioso ciclo e creare nuove abitudini? "Proteggiti dal massacro mentale del multitasking stabilendo un programma di controllo e-mail", consiglia Larry Kim. "Impegnati a controllare le e-mail solo tre volte al giorno (quando ti metti al lavoro al mattino, all'ora di pranzo e prima di lasciare il lavoro alla fine della giornata). Disattiva le notifiche tramite SMS e scegli orari specifici per controllare anche il tuo telefono. " In questo modo, puoi concentrarti sulle cose che contano davvero.

Imparare dal multitasking

Se sei incline al multitasking, questa non è un'abitudine da coltivare: ti rallenta chiaramente e diminuisce la qualità del tuo lavoro. Fare più attività contemporaneamente provoca cali in concentrazione, organizzazione e attenzione ai dettagli. Il multitasking nelle riunioni e in altri contesti sociali indica scarsa consapevolezza sociale e di sé, due abilità di intelligenza emotiva (EQ) che sono fondamentali per il successo sul lavoro.

Isolarsi dal mondo multitasking porta molti benefici, in tutti i settori della vita e in qualsiasi ambiente, incluso il luogo di lavoro. Certamente è un aspetto essenziale per la nostra carriera.

Link:

Published by:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

2 comments on “Il Multitasking deve Morire”

Cocooa © 2021
Terms and Conditions  •   Privacy Policy    
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram